Cinema Gloria sì alla raccolta fondi per l'acquisto collettivo

"Dopo lunga fase di indagine per capire se azzardare questo progetto, oggi possiamo dire di essere in grado di farlo" ha spiegato il presidente di Arci Como.

Cinema Gloria sì alla raccolta fondi per l'acquisto collettivo
Como città, 21 Febbraio 2019 ore 13:08

Buone notizie per il Cinema Gloria. Il presidente di Arci Como oggi, giovedì 21 febbraio 2019, ha annunciato l'intenzione di comprare lo stabile dove ha sede il cinema. A maggio 2020 scade il contratto d’affitto con il proprietario dello stabile e quest’ultimo è deciso a vendere.  Dopo mesi di incertezze e il rischio di dire addio ad un pezzo di storia di Como, il sogno di un acquisto collettivo sta quindi per diventare realtà.

Cinema Gloria: "Vorremmo scrivere a George Clooney"

Il presidente Enzo D'Antuono di Arci Como ha spiegato: "Dopo lunga fase di indagine per capire se azzardare questo progetto, oggi possiamo dire di essere in grado di farlo. Abbiamo avuto un grande riscontro dai soci e da chi frequenta questo posto. 12 anni fa è stata una scommessa vinta che vogliamo riproporre. Venerdì 1 marzo faremo il lancio ufficiale della campagna "Manchi tu nell'aria". Vogliamo un momento di alta condivisione. Chiariremo i dettagli del progetto, che è un'azione collettiva guidata da noi. Ci saranno dei musicisti per una serata tutti insieme. Abbiamo già ricevuto la solidarietà di personaggi famosi". Annunciata una campagna di 15 mesi che potrebbe portare personaggi importanti in città.

"Ci piacerebbe scrivere una lettera da consegnare a George Clooney sperando si interessi al nostro caso" ha spiega D'Antuono ma i volti noti che hanno già dato il proprio sostegno sono diversi. Primo tra tutti Zerocalcare che ha disegnato la locandina della campagna "Manchi tu nell'aria". Tra gli altri Marco Bellocchio, Terzo segreto di satira, Giuseppe Palumbo, Enrico Gabrielli eEmidio Clementi.

Una targa di riconoscimento per chi contribuirà

La spesa economica complessiva per l'acquisto dello stabile è di 750mila euro, compresi anche la manutenzione straordinaria e le spese di gestione. Senza affitto da dover pagare i soldi verranno investiti in un mutuo. Serviranno poi la creazione di un prestito soci e una raccolta fondi con l'obiettivo da raggiungere di 350mila euro. "Ad ogni modo per il momento l'accordo con la proprietà è solo di parola. A giugno, se nei primi mesi la campagna avrà avuto successo, ufficializzeremo la cosa. La decisione sull'acquisto sarà presa in quel momento in base a quanto avremo raccolto" ha sottolineato D'Antuono.

"Abbiamo chiesto un incontro al sindaco Mario Landriscina, ma non ci aspettiamo un sostegno economico diretto. Magari un patrocinio alla campagna". Sarà attiva una piattaforma di crowfunding e verrà aperto un conto corrente dedicato. La quota base sarà di 100 euro; è previsto un riconoscimento, con un attestato per certificare la partecipazione all'acquisto del cinema e una volta raggiunto l'obiettivo finale verrà fatta una targa con tutti i nomi. "Ogni quota sarà tutelata, i soldi saranno utilizzato solo a obiettivo raggiunto" ha specificato Enzo D'Antuono. A garantire il conto corrente ci saranno Walter Gatti e Luigino Nessi: "Riconosciuti per il loro valore in città".

Le iniziative in città

L'estate sarà un momento di grande importanza perché oltre alle tradizionali rassegne organizzate da Arci, "35 mm sotto il cielo" in piazza Martinelli e "Sdrive In" al lido di Villa Geno, ci saranno altri eventi cinematografici. Verrà proposta un'estensione della rassegna di piazza Martinelli all'Asylum a Camerlata e una rassegna di film dell'arte a Villa del Grumello.

Seguici sui nostri canali
Necrologie