l'attività della polizia di stato

Contrasto all’immigrazione clandestina: cinque provvedimenti di allontanamento

Nella giornata di ieri, a vario titolo, sono stati eseguiti 5 provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale.

Contrasto all’immigrazione clandestina: cinque provvedimenti di allontanamento
Como città, 12 Febbraio 2020 ore 09:30

Continua senza sosta l’attività svolta dalla Polizia di Stato per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina e i reati alla medesima connessi. Nella giornata di ieri, a vario titolo, sono stati eseguiti 5 provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale.

Contrasto all’immigrazione clandestina: cinque provvedimenti di allontanamento

Una cittadina rumena, M.V., classe 1984, scarcerata ieri dalla Casa Circondariale di Como per fine pena, è stata oggetto di un provvedimento di allontanamento in quanto pericolosa per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’ordine di allontanamento è stato emesso dal Prefetto di Como  e la cittadina è stata accompagnata dai poliziotti alla frontiera aerea di Milano Malpensa. A suo carico risultano diversi precedenti di polizia per i reati di danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti. La donna ha inoltre violato il divieto di reingresso sul territorio nazionale a seguito di un precedente decreto di allontanamento emesso dal Prefetto di Milano.

Analogamente, a seguito di riammissione semplificata dalla vicina Svizzera, si è proceduto all’accompagnamento presso il CPR di Roma-Ponte Galeria di un cittadino tunisino, F.M., classe 1973, gravato da numerosi precedenti in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale, violazione di domicilio e altri reati concernenti l’ingresso e il soggiorno sul territorio nazionale. Un altro cittadino tunisino riammesso e irregolare sul territorio nazionale, B.H.S., classe 1974, con precedenti di polizia in materia di stupefacenti, è stato espulso dal Prefetto di Como e raggiunto da un ordine del Questore ad abbandonare il territorio nazionale entro 7 giorni.

Nei confronti di un cittadino ivoriano irregolare, E.F., classe 1985, è stato adottato il provvedimento di espulsione e l’applicazione della misura alternativa della consegna del passaporto e dell’obbligo di firma emessa dal Questore di Como. Infine un cittadino dello Sri Lanka, S.V.S.S., classe 1976, è stato colpito dall’ordine del questore ad abbandonare il territorio nazionale entro sette giorni.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia