Cronaca
il servizio della polstrada

Controlli della velocità nel Comasco: pioggia di sanzioni, fermati due automobilisti che viaggiavano a oltre 200 km/h

Gli agenti sono stati sulla strada nella settimana dal 19 al 25 aprile.

Controlli della velocità nel Comasco: pioggia di sanzioni, fermati due automobilisti che viaggiavano a oltre 200 km/h
Cronaca Como città, 26 Aprile 2021 ore 14:34

Nella settimana dal 19 al 25 aprile la Polstrada di Como ha partecipato al servizio “Campagna Roadpol Speed”, un servizio mirato all’osservanza dei limiti di velocità, controlli che rientrano tra le iniziative intraprese da “Tispol” a livello Europeo. Per l'iniziativa sono state impiegate le apparecchiature speciali “autovelox 106 Premium” e “telelaser Trucam HD”. Servizio che ha permesso di fermare un conducente straniero che procedeva ad una velocità di 235 Km/h e un cittadino italiano che procedeva ad una velocità di 236 Km/h.

Controlli della velocità nel Comasco

I servizi effettuati in ambito autostradale e sulla viabilità ordinaria in provincia di Como hanno fatto registrare 44 violazioni dell’art.142/8° C.d.S (velocità di oltre 10 Km/h e non oltre 40Km/h) da parte di 37 italiani e 7 stranieri. Si tratta di una violazione che comporta una sanzione amministrativa di 173,00 euro con riduzione se pagata entro 5 giorni a 121,10 euro e la decurtazione di punti 3; 43 violazioni dell’art.142/9°( velocità di oltre 40 Km/h e non oltre 60 Km/h) da parte di 34 italiani e 10 stranieri con immediato ritiro del documento di guida (e successiva sospensione o inibizione sul territorio nazionale deciso dalla Prefettura da 1 a 3 mesi) con sanzione di 543 euro e la decurtazione di punti 6; 11 violazioni dell’art.142/9°BIS ( velocità di oltre 60 Km/h) da parte di 5 italiani e 6 stranieri con immediato ritiro del documento di guida (e successiva sospensione o inibizione sul territorio nazionale deciso dalla Prefettura da 6 a 12 mesi) con sanzione di 845 euro e la decurtazione di punti 10.

Le sanzioni che hanno riguardato autovetture con immatricolazione estera sono state immediatamente liquidate dagli interessati grazie alle apparecchiature POS ora in dotazione alle pattuglie della Polizia Stradale; in caso di sanzioni non oblate immediatamente è invece previsto il fermo amministrativo dell’autovettura con affidamento al custode acquirente della Provincia di Como sino all’avvenuta oblazione, così come previsto dell’art.207 del C.d.S.

Necrologie