Menu
Cerca
l'andamento del contagio

Covid, la curva non scende abbastanza. Catanoso: “La tendenza non è ottimale, ci preoccupano i dati nelle scuole”

Per i vertici di Ats Insubria troppi contagi tra i ragazzi: in provincia di Como oltre 2mila studenti in qarantena.

Covid, la curva non scende abbastanza. Catanoso: “La tendenza non è ottimale, ci preoccupano i dati nelle scuole”
Cronaca Como città, 28 Aprile 2021 ore 14:04

Dal 15 ale 28 aprile sono stati effettuati in provincia di Como 16127 tamponi: i nuovi positivi registrati sono stati 947, con un’incidenza ogni 100mila abitanti di 161,38 nuovi contagi. Malgrado i numeri contenuti secondo i vertici di Ats Insubria la situazione non è rosea.

Covid, la curva non scende abbastanza

“C’era stata una decisa riduzione dei contagi tra la prima e la seconda settimana di aprile che non si è mantenuta in questa settimana – ha spiegato il direttore di Ats Insubria Giuseppe Catanoso – La tendenza non è ottimale, ci si sta contagiando di più. Che ci piaccia o no, questa è la situazione. L’età media tende ancora ad abbassarsi, siamo arrivati a 40 anni mentre l’Rdt non riesce a prendere la strada di una riduzione importante. Le cose non vanno per niente bene, il quadro è stabile se non in peggioramento. In alcuni ambiti l’Rdt è oltre l’1. Ci consola che le vaccinazioni procedono in maniera spedita. Ci preoccupano i dati nelle scuole, tanti ragazzi vengono posti in quarantena. Questa settimana visto aumento di casi”.

Ha quindi aggiunto Paolo Bulgheroni, Direttore Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria: “Serve il rispetto delle regole da parte degli esercenti che vanno a riaprire ma anche e soprattutto da parte del pubblico. Bene alle riaperture ma con giudizio e misura, tenendo alta l’attenzione sulle regole per la prevenzione”.

“Occorre la massima attenzione a livello scolastico, il numero di contagi sta crescendo tra i ragazzi – ha aggiunto Catanoso – E’ opportuno che stiano estremamente attenti. Usciti dalle scuole i ragazzi devono mantenere distanziamento e attenzione, la stessa che gli insegnanti riescono a mantenere dentro le classi perché sono pochissimi i casi che vengono riscontrati all’interno delle classi. Ricordo inoltre che per potenziare l’attività di testing i ragazzi tra i 14 e 19 anni possono prenotare test rapido nelle farmacie tramite il sito di Regione. Possono fare due test al mese gratuitamente. Sul territorio dell’Insubria già 50 farmacie sono a disposizione per questo servizio”.

Tra il 19 e il 25 aprile sono 79 i positivi registrati in provincia di Como nelle scuole di ogni ordine e grado. Sono quindi 2058 i bambini e ragazzi a casa in quarantena.

Da Ats hanno infine anticipato che “del vaccino Johnson&Johnson è arrivato un numero non elevatissimo di dosi al momento. Dovremmo partire a brevissimo utilizzandolo per vaccinazioni a domicilio tra gli over 60. Stiamo valutando come gestirlo”.

3 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Necrologie