Cronaca
A UN ANNO DALLA MORTE DEL PADRE

Dopo la scomparsa di Mino Favini, il Como piange il figlio Giorgio

Giorgio Favini si è spento a 50 anni stroncato da un infarto.

Dopo la scomparsa di Mino Favini, il Como piange il figlio Giorgio
Cronaca Como città, 28 Aprile 2020 ore 09:26

Due giorni dopo il primo anniversario della scomparsa di Mino Favini, è morto il figlio Giorgio, stroncato da un infarto a soli 50 anni.

A un anno di distanza dalla morte di Mino Favini è morto il figlio Giorgio

Il secondogenito dell’ex responsabile del settore giovanile dell’Atalanta, deceduto il 23 aprile dell’anno scorso è infatti stato ritrovato senza vita il 25 aprile dal fratello maggiore Stefano, che dopo non aver ricevuto risposta a diverse chiamate si è insospettito e ha raggiunto immediatamente l’abitazione di Giorgio a Mondaino (in Emilia Romagna).

Il fratello: “L’ho trovato steso sul divano, era come se stesse sorridendo”

"Da Meda si era trasferito qui a gennaio per avvicinarsi a me. Dopo la morte del papà ero stato io, che da anni abito a Saludecio, a convincerlo a raggiungermi – spiega il fratello, distrutto dal dolore – Si era licenziato dall’azienda metalmeccanica dove lavorava come operaio e ci eravamo messi a cercargli un altro impiego qui. Purtroppo poi l’emergenza sanitaria ha bloccato tutto". Il 50enne non aveva mai accusato in passato segnali di malessere: "Se ne è andato in silenzio, nel sonno. Quando sono arrivato a casa sua l’ho trovato steso sul divano. Aveva il volto sereno, era come se stesse sorridendo. Mi consola pensare che non abbia sofferto".

Il post del Como 1907

"Tutta la società del Como 1907 si stringe intorno alla famiglia Favini in questo momento di estremo dolore per l’improvvisa scomparsa di Giorgio, figlio di Mino. A tutti i familiari le più sentite condoglianze da parte del Club". Il papà, Mino Favini, aveva giocato come attaccante con le maglie di Meda, Como, Brescia, Atalanta e Reggiana, togliendosi buone soddisfazioni. Ma è da dirigente, prima al Como e poi nel a Zingonia che ha dato il meglio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie