Menu
Cerca
al via i lavori

E' pronto il team (tutto femminile) per il Piano Integrato della Cultura di Como grazie al Servizio Civile

Saranno menti, volti e braccia al servizio degli enti che partecipano al progetto finanziato da Regione Lombardia.

E' pronto il team (tutto femminile) per il Piano Integrato della Cultura di Como grazie al Servizio Civile
Cronaca Como città, 25 Maggio 2021 ore 14:52

E' stato presentato questa mattina, martedì 25 maggio 2021, nella sede comasca della Camera di Commercio di Como Lecco il team composto da due animatrici selezionate dal bando della provincia di Como e da dieci volontarie del Servizio Civile universale che per i prossimi 12 mesi lavoreranno al PIC (Piano Integrato della Cultura) di Como.

E' pronto il team (tutto femminile) per il Piano Integrato della Cultura di Como

Chiara, 24 anni di Seregno, e Lara, 27 anni di Lezzeno, sono le due professioniste selezionate dal bando provinciale e si occuperanno di organizzare il lavoro e il team delle volontarie. Al femminile perché le nove figure selezionate dal Servizio Civile Universale sono tutte donne (la decima ha rinunciato al momento e ci sarà un ripescaggio). Tutte del territorio comasco, dalle parti più disparate della provincia. C'è Ilaria, residente a Tremezzina e studentessa all'Università dell'Insubria; come lei Greta, 23 anni di Valmorea. Poi c'è Sara, 25 anni di Cantù, laureata in Scienze Beni Culturali. Irene, 20anni di Brunate, è invece una studentessa di Psicologia. E' di Brunate anche Greta, 27 anni. Nicoletta, invece, 21 anni di Cantù 21anni, è studentessa all'Insubria. Chiudono Francesca, 28anni di Como, è una traduttrice mentre Ana Beatriz, arriva dal Brasile ma vive in Tremezzina, e sta seguendo un corso di laurea magistrale in Comunicazione d'impresa.

"Oggi é l'inizio di un anno di Servizio Civile: per la prima volta ci sono dieci volontari su un progetto culturale organizzato da una rete articolata - ha spiegato Giuseppe Rasella, membro della giunta camerale con delega al Turismo - Siamo impegnati a valorizzare il turismo culturale comasco con un partenariato di 84 soggetti pubblici e privati. Il nostro Pic, finanziato da Regione Lombardia, nasce dal basso cercando di mettere a sistema le proposte con una regia condivisa".

"L'obiettivo di Camera di Commercio é essere regista, fare iniziative insieme agli enti del territorio - ha commentato il presidente della Camera di Commercio Marco Galimberti - Il nostro Pic è arrivato primo nel bado di Regione grazie allo sforzo di lavorare insieme con il territorio. I dati della Camera ci ricordano che 1,3 miliardi di indotto tra Como e Lecco è legato al comparto culturale perché tanti settori sono collegati alla cultura, dal turismo all'artigianato".

"Dai dati che abbiamo, dal prossimo anno un settore che rimbalzerà sarà quello del turismo - ha aggiunto Mauro Guerra - Il lago di Como é ancora tra le zone più attenzionate. Con il laboratorio di Anci Lombardia 1500 giovani possono lavorare con il Servizio Civile e poi trovano uno sbocco professionale. L'attestato che riceveranno e l'esperienza maturata saranno spendibili nel mondo del lavoro. Attorno alla cultura, duramente provata, si muovono possibilità e pezzi del sistema economico. Siamo l'Italia, la Lombardia, il lago di Como e abbiamo un patrimonio artistico straordinario che abbiamo il dovere di tutelare e mettere a valore. Gli investimenti che facciamo devono reggere nel tempo, devono durare, i progetti che si concretizzano devono essere sostenibili e devono poi camminare con le proprie gambe".

Necrologie