Cronaca
Villa Guardia

Elezioni Lombardia 2023: Majorino incontra i cittadini e sprona al cambiamento

Il candidato del Partito democratico alla presidenza della Regione Lombardia accolto in Sala consiliare da un centinaio di cittadini.

Elezioni Lombardia 2023: Majorino incontra i cittadini e sprona al cambiamento
Cronaca Olgiate, 16 Gennaio 2023 ore 15:20
Elezioni Lombardia 2023: voto sempre più vicino e domenica 15 gennaio il candidato per il centrosinistra alla presidenza di Regione Lombardia, Pierfrancesco Majorino, è intervenuto a Villa Guardia, in Sala consiliare, davanti a una platea di un centinaio di persone, tra sostenitori del Partito democratico e cittadini interessati al programma elettorale del centrosinistra.

"Ce la giochiamo per dare risposte a temi fondamentali"

Majorino ha parlato di cambiamento e di vittoria possibile. “Dopo 28 anni ce la giochiamo: si può cambiare. C’è bisogno di cambiamento per un servizio sociosanitario che non si faccia immobilizzare dalle liste d’attesa, per una medicina territoriale riorganizzata, dove trovare un medico di base non sia un’impresa. Serve cambiamento per il trasporto pubblico regionale e locale anche a Como. I pendolari che usano i treni lombardi sono sottoposti a giornate infernali e la Regione non ha fatto nulla in questi anni per migliorarne le condizioni. C’è il tema delle imprese, della sicurezza sul lavoro e del lavoro povero verso le quali Palazzo Lombardia non può rinunciare a pronunciarsi".

La lotta alla criminalità e al dissesto idrogeologico

Majorino ha messo l'accento anche sul tema della legalità. "C’è una grande necessità di passare all’offensiva nel contrasto alla criminalità organizzata: un tema sempre attuale in Lombardia e soprattutto a Como, dove la cronaca ci restituisce l’immagine di un tessuto economico nelle mire della malavita. Qui sul Lario c’è poi tutto il tema del dissesto idrogeologico che va affrontato con la massima attenzione per proteggere le comunità più esposte. Regione Lombardia deve tornare ad essere utile ai lombardi, a differenza degli ultimi 30 anni durante i quali il centrodestra ha convinto i cittadini che le istituzioni regionali sono inutili. Non è così. Siamo qui, sul territorio per dimostrarlo”.

La presentazione dei candidati del Pd

La serata è stata anche l’occasione per presentare i candidati del Partito democratico alle ormai prossime elezioni regionali del 12 e 13 febbraio: Angelo Orsenigo, consigliere uscente e capolista, Valeria Benzoni, già sindaca di Lomazzo, Francesca Curtale, sindaco di Senna Comasco, Gianni Imperiali, già consigliere comunale a Como, Edoardo Pivanti, consigliere comunale di Claino con Osteno e assessore della Comunità Montana Lario-Intelvese, e Maria Cristina Redaelli, consigliere comunale di Menaggio. “Noi andiamo avanti con determinazione e forza, con una squadra di candidate e candidati lariani a mio sostegno che sono pronti a fare la differenza per le loro comunità. Sarà un piacere tornare a Como, da presidente. La Regione Lombardia che voglio è quella che sta fuori dal Palazzo, a contatto con le persone”, ha concluso Majorino.

L'intervento di Federico Broggi, segretario del Pd comasco

“Queste candidature nascono da un percorso di ascolto di tutto il territorio e delle comunità comasche. Siamo pronti per battere palmo a palmo la provincia di Como per spiegare ai nostri concittadini quali programmi e progetti abbiamo per la Lombardia del futuro. La sfida è apertissima: dopo decenni di centrodestra è tempo di nuova aria in Lombardia e in provincia di Como”: queste le parole del segretario provinciale del Partito democratico, Federico Broggi, durante l’evento.

Seguici sui nostri canali
Necrologie