Estate difficile a Como con Villa Olmo e lido chiusi e settore Cultura in affanno

Parco, villa e lido per il momento rimangono chiusi e le tempistiche si allungano. Il settore Cultura: "Non ce la facciamo da soli".

Estate difficile a Como con Villa Olmo e lido chiusi e settore Cultura in affanno
Cronaca Como città, 30 Maggio 2018 ore 11:10

Si prospetta un’estate difficile a Como. Tanti gli indizi che a Palazzo Cernezzi i mesi saranno più caldi che altrove. Proprio ieri pomeriggio, durante una seduta della Commissione II sulla questione rifiuti, l’assessore al Turismo Simona Rossotti ha ricordato che la città ha annualmente un flusso superiore ai 3milioni di visitatori in un anno. Visitatori che, durante l’estate ma fin da ora, troveranno una città in affanno.

Estate difficile a Como: tante criticità in città…

I motivi? Dai ritardi ai lavori di restauro a Villa Olmo allo stesso lido chiuso per la mancanza di un gestore senza contare la resa del settore culturale cittadino, sotto organico e inascoltato. Proprio in Commissione III lunedì pomeriggio infatti i dirigenti, dopo il caso delle sedie e dei palchi inutilizzabili per le manifestazioni cittadine, hanno alzato bandiera bianca: “Siamo solo in tre e non riusciamo più a farcela”.  Da anni, quindi anche alle amministrazioni precedenti, chiedono un rinforzo dell’organico e una gestione più organizzata senza però essere ascoltati.

Ed ora con l’arrivo della bella stagione non è possibile non pensare a Villa Olmo come al centro propulsivo della vita turistica in città. La bellezza e il fascino della dimora, che tante volte ha ospitato mostre ed eventi di pregio, lo splendido parco che affaccia sul lago, il collegamento con Villa del Grumello e quel “Chilometro della conoscenza” che trasporta i visitatori in un mondo tra arte e natura. Senza dimenticare il lido e la piscina, un vero e proprio punto di riferimento “per rinfrescarsi” durante l’estate per tutti i comaschi. Me riusciranno ad accedervi?

La situazione di Villa Olmo

La situazione di questa zona della città è però estremamente critica.  I lavori di restauro alla villa sono in ritardo e la facciata è ancora coperta dall’impalcatura. Sebbene il parterre che affaccia sul lago sia pronto e aperto al pubblico dalla fine di aprile, sono ancora indietro i lavori al parco storico e all’orto botanico. Oltretutto manca ancora il collegamento tra Villa Olmo e Villa del Grumello. Una situazione che non sembra pronta a sbloccarsi nel breve periodo visto che la riapertura del parco non è prevista prima di fine giugno. Una data che però è tassativa per il Comune di Como; per la prima settimana di luglio infatti è in programma un evento estremamente glamour con location proprio a Villa Olmo. Ovviamente per quel momento almeno la facciata della dimora dovrà essere perfetta…

D’altro canto molto ancora c’è da fare prima che Villa Olmo torni al suo antico splendore. Anche di questo hanno discusso lunedì in Commissione III i consiglieri comunali. Le novità riportate dall’assessore al Commercio che si occupa della partita Marco Butti non sono state però rincuoranti. “Giovedì (oggi, ndr) avremo un incontro con la società che ha depositato lo studio sulla fruibilità di Villa Olmo ma da quanto abbiamo potuto vedere dovremo rivedere da capo il business plan – ha spiegato Butti – Bisogna trovare un punto di convergenza economica per il rilancio della villa e le criticità sono molte. Anche per quel che riguarda le possibilità di ospitare grandi mostre. Secondo alcuni la villa non sarebbe adatta per questioni di clima. A questo bisogna aggiungere interventi strutturali costosi da fare quali il rinnovamento dell’illuminazione, l’installazione della videosorveglianza, l’adeguamento del ristorante…”. 

E l’assessore rincara la dose: “Una nota casa automobilistica avrebbe voluto Villa Olmo in questo periodo per un miniconcorso e la presentazione di una nuova auto ma i ritardi dei lavori non ci hanno permesso di accettare la loro proposta…”.

L’assessore Butti ha parlato in Commissione della situazione di Villa Olmo

Lido Chiuso

Alla precaria situazione della villa, che si spera possa aprire almeno il proprio parco per la stagione estiva, si aggiunge la chiusura del lido di Villa Olmo. Con tutta probabilità non ci sarà alcuna piscina sul lago per i comaschi e i turisti in questa stagione. Per i più positivi la struttura potrebbe aprire in luglio, con la stagione ben oltre la metà. Con l’esclusione del primo classificato per una questione burocratica nonché del secondo, il lido potrebbe andare in gestione al terzo classificato al bando pubblico. Al momento però l’attesa è per la decisione del giudice sul ricorso che il primo classificato ha presentato e, nel frattempo, il lido resta chiuso.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità