Cronaca
Il caso

Facchinetti aggredito da McGregor: denuncia presentata ai Carabinieri di Mariano

Il lottatore si trovava nella Capitale per il battesimo del figlio, avvenuto in Vaticano.

Facchinetti aggredito da McGregor: denuncia presentata ai Carabinieri di Mariano
Cronaca Marianese, 20 Ottobre 2021 ore 09:57

Ha tutta l'intenzione di chiedere giustizia Francesco Facchinetti, negli scorsi giorni aggredito dal lottatore Conor McGregor. Come ha mostrato direttamente dal suo account Instagram, il marianese, una volta rientrato a casa, si è recato alla Tenenza di Mariano Comense per presentare una denuncia.

Facchinetti aggredito da McGregor: denuncia presentata ai Carabinieri di Mariano

"Pensate che c'era qualcuno che pensava scherzassi - ha ribadito - . Qua dentro c'è tutto quello che è successo dalla a alla z".

Il servizio delle Iene

Nel frattempo ieri sera, martedì 19 ottobre 2021, è andato in onda un servizio del programma Le Iene, su Italia Uno, dove Facchinetti ha nuovamente spiegato l'accaduto all'inviato, Nicolò De Vitis.

"Ho le vertebre schiacciate e ora devo mettere il collare per otto ore al giorno per 16 giorni. Fino a quel momento era stata una delle serate più belle della mia vita, perché sono un amante dell'Mma ed ero un amante di McGregor. Siamo andati lì tutti fan del lottatore. Entriamo in hotel e le guardia immediatamente vengono da noi. Ci chiedono cosa facciamo qui. Rispondiamo che ci aveva invitato McGregor. Improvvisamente diventiamo ospiti, ci trattano da Dio. Quando è arrivato anche lui, noi eravamo felicissimi. Ci siamo presentati e abbiamo iniziato a parlare. Lui mi ha versato il suo wishy, poi io ho versato a lui il wishy. Abbiamo bevuto e festeggiato. Ad un certo punto Benji dice "Dobbiamo andare" e Conor ci dice di restare, per continuare a far festa. Poi si gira verso di me e di destro mi tira una centra. Mi sono ritrovato in fondo alla sala. Le sue guardie lo hanno appeso al muro e lo hanno portato via, perché lui voleva continuare a darmele. Ho capito poi perché aveva tutte quelle guardie. Non deve essere difeso, bisogna difendere gli altri da lui".

>>> QUI IL SERVIZIO INTEGRALE DE LE IENE 

Necrologie