in città

Festino a base di alcool e droga a Como: aggredita una ragazza

Due uomini, un italiano e uno straniero, sono stati arrestati.

Festino a base di alcool e droga a Como: aggredita una ragazza
Como città, 06 Ottobre 2020 ore 09:34

Festino a base di alcool e droga a Como: aggredita una ragazza.

Festino a base di alcool e droga a Como

Intorno alle 22.30 di domenica, 4 ottobre 2020, quando è arrivata in Sala Operativa una segnalazione per schiamazzi in appartamento.

Recatisi prontamente sul posto, gli agenti delle Volanti hanno subito riscontrato che in quell’abitazione si era da poco consumata una festa a base di alcool e sostanze stupefacenti; hanno, pertanto, cercato subito di prendere contatti con il padrone il quale, però, all’arrivo degli operatori ha subito opposto resistenza scagliandosi contro di loro e proferendo, tra l’altro, frasi ingiuriose.

Insieme al proprietario, nell’appartamento erano presenti altre persone, tra cui un cittadino dello Sri Lanka il quale ha dato man forte all’aggressore, senza, però, sfociare in condotte violente dal punto di vista fisico, e una ragazza minorenne.

Per questi motivi, il proprietario di casa, P.G., 37enne italiano con diversi precedenti penali e di polizia, è stato arrestato per resistenza, oltraggio a Pubblico Ufficiale e cessione di sostanze stupefacenti, aggravata dalla presenza di una ragazza minorenne; mentre lo straniero, W. A. G. F. 21enne, è stato indagato a piede libero.

Aggredita una ragazza

Quest’ultimo, però, intorno alle 2.30 ha reso nuovamente necessario un intervento delle Volanti per un’aggressione ai danni di una ragazza, poi risultata essere la sua fidanzata; in questa circostanza, però, alla vista degli operatori in divisa, si è scagliato fisicamente contro di loro in un raptus violento e per questo è stato tratto in arresto per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, anch’esso processato con rito direttissimo fissato nella giornata di ieri, lunedì 5 ottobre 2020.

All’esito del processo P. G. è stato condannato a 1 anno e 4 mesi di reclusione con applicazione della misura degli arresti domiciliari e 1.400,00 euro di multa mentre W. A. G. F. è stato condannato a 8 mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia