operazione congiunta

Fucile, pistola, spada giapponese e coltello: un arsenale (abusivo) a Como. Arrestato 51enne di Cadorago

In via di Vittorio alcuni fabbricati abusivi custodivano il tesoretto dell'uomo.

Fucile, pistola, spada giapponese e coltello: un arsenale (abusivo) a Como. Arrestato 51enne di Cadorago
Como città, 02 Ottobre 2020 ore 13:33

Fucile, pistola, spada giapponese e coltello: un arsenale (abusivo) a Como. Arrestato 51enne di Cadorago.

Fucile, pistola, spada giapponese e coltello: un arsenale (abusivo) a Como

Nella mattinata di ieri, gli agenti della Questura di Como, unitamente a quelli della Polizia Locale di Como, hanno arrestato in flagranza per detenzione illegale di armi e coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, S.A., italiano classe 1969, residente a Cadorago.

Durante un servizio congiunto di monitoraggio e censimento di persone occupanti un’area verde di proprietà del Comune nei pressi di via di Vittorio, dove insistono abusivamente, oltre a degli orti, dei manufatti e giochi per bambini, l’attenzione dei poliziotti è stata attirata da due caseggiati di fortuna nella disponibilità dell’unica persona presente sul posto.

Nei locali attenzionati, dove fortissimo era l’odore tipico della marijuana, sono state rinvenute ben cinque piante in piena infiorescenza, oltre a diversi rami in avanzato stato di essiccazione, tutto poi debitamente sequestrato. In un altro locale a disposizione dell’uomo, i poliziotti hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale, composto da un fucile di fabbricazione elvetica, perfettamente funzionante e potenzialmente letale grazie alle munizioni presenti, una pistola mono colpo, facilmente occultabile e funzionante, una spada giapponese modello “Wakizashi” in un perfetto stato di manutenzione, ed, infine, un coltello modello Balisong tipo “butterfly”.

Tutte le armi sono state debitamente catalogate e sequestrate dalle forze dell’ordine e per l’uomo, il quale a proprio carico aveva un precedente di polizia, sono scattate le manette. L’area abusivamente occupata è ritornata nella piena disponibilità del Comune, il quale provvederà a rimuovere tutte le opere abusive presenti.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia