Giovani e sport: finanziati 3 progetti comaschi

 Ecco le società che riceveranno il contributo.

Olgiate, 15 Dicembre 2019 ore 10:04

Incentivare la pratica motoria in tutto il territorio regionale attraverso percorsi sportivi-educativi mirati alla crescita, al benessere e all'inclusione dei giovani: e' l'obiettivo dei 31 progetti che saranno finanziati grazie al bando "Lo Sport: un'occasione per crescere insieme", cofinanziato in misura paritaria da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, con uno stanziamento complessivo di 1 milione 440.000 euro. Tre i progetti finanziati in provincia di Como.

I progetti finanziati in provincia di Como

A ricevere il contributo saranno: la Societa' Canottieri "Lario Giuseppe Senigaglia" di  Como,
con il progetto "Sport & Skills - Sviluppare Competenze trasversali attraverso le attivita' sportive"; la Csi Como, Alta Valle Intelvi, con il progetto "Shootout: in
movimento per scartare le barriere" e il Kaire Sport, Lurate Caccivio, con il progetto "Sport-Enti: scuola di coesione".

Obiettivo del bando e' la promozione e la valorizzazione della pratica sportiva tra bambini e giovani, attraverso il supporto di interventi sviluppati all'interno di una collaborazione tra le organizzazioni che si occupano di formazione e educazione e le realta' sportive del territorio. L'assessorato regionale allo Sport sosterra' quindi sul territorio lombardo la realizzazione di progetti che siano in grado, da un lato, di ricomprendere a pieno titolo lo sport nei percorsi di crescita e, dall'altro, di massimizzare le capacita' dello sport di veicolare contenuti educativi.

Gli interventi dovranno essere rivolti a bambini e giovani di eta' compresa tra i 6 e i 19 anni e bambini e giovani con disabilita' di eta' compresa tra i 6 e i 25 anni.

Il commento dell'assessore allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi

"Lo sport - ha spiegato l'assessore regionale allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi - e' il miglior strumento di crescita e prevenzione del disagio
sociale giovanile oltre ad aiutare a diffondere la cultura della non violenza e a essere un elemento essenziale di corretti stili di vita. Lo sport per il rispetto degli altri e delle regole - ha continuato - autodisciplina l'abitudine alla fatica e all'impegno, la cooperazione all'interno della squadra, l'accettazione della sconfitta, la capacita' di gestire le difficolta' e i problemi. Obiettivo del bando e' la promozione e la valorizzazione della pratica sportiva tra bambini e giovani attraverso il supporto di interventi sviluppati attraverso una collaborazione con Fondazione Cariplo".

Necrologie