l'azienda

Henkel supporta la Lombardia: 50mila euro alla Protezione Civile

La fabbrica, oltre alla maxi donazione all'Oms, ha pensato ai Comuni dove ha i siti produttivi in Italia.

Henkel supporta la Lombardia: 50mila euro alla Protezione Civile
Bassa Comasca, 25 Marzo 2020 ore 12:24

Henkel supporta la Lombardia: 50mila euro alla Protezione Civile da destinare all’attività nei Comuni dove ha i siti produttivi.

Henkel, 50mila euro alla Protezione Civile italiana

Henkel ha presentato un piano globale di solidarietà a supporto dei dipendenti, dei consumatori e delle comunità colpite dalla pandemia Covid 19. Il piano prevede un contributo di 2 milioni di euro, di cui 1 milione di euro sono stati versati al fondo creato da OMS e ONU, e 1 milione di euro ad altre organizzazioni impegnate nella gestione dell’emergenza in vari Paesi del mondo.

Alla Protezione Civile italiana sono stati donati 50 mila euro, da destinare agli interventi sul territorio della Regione Lombardia dove Henkel Italia ha la sua sede principale e tre siti produttivi: Lomazzo (Co), Zingonia (Bg) e Casarile (Mi).

Inoltre l’azienda ha deciso di metterà a disposizione 5 milioni di prodotti tra cui disinfettanti per le mani, saponi e detergenti per l’igiene personale, detersivi, disinfettanti e altri presidi per la pulizia della casa e la sanificazione degli ambienti. Attraverso il team Corporate Citizenship di Henkel, i prodotti saranno distribuiti ad organizzazioni non profit, autorità locali e partner attivi nelle comunità più colpite dal Covid 19.

“In Henkel siamo impegnati su più fronti per fronteggiare questa crisi senza precedenti. In linea con i nostri valori, vogliamo dare un contributo concreto attraverso un piano globale di solidarietà – ha affermato Carsten Knobel, Chief Executive Officer of Henkel – Dobbiamo essere uniti nel contrastare la pandemia, proteggendo i nostri dipendenti e i loro posti di lavoro, sostenendo i consumatori e le comunità in cui operiamo”.

Sicurezza sul lavoro

In Italia, i dipendenti della sede di Milano sono al lavoro da remoto mentre, già dall’inizio dell’emergenza sanitaria, sono state attivate misure straordinarie di sicurezza per tutelare la salute dei dipendenti degli stabilimenti, assicurando al tempo stesso la continuità delle attività.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia