Menu
Cerca
il film sul lago di como

House of Gucci, riprese in Tremezzina ma qualcuno storce il naso. Rainoldi: “Gli alberghi aperti sono una gioia in questo momento”

Tre giorni di riprese in Tremezzina, in barca e a Villa Balbiano per il cast al gran completo

House of Gucci, riprese in Tremezzina ma qualcuno storce il naso. Rainoldi: “Gli alberghi aperti sono una gioia in questo momento”
Cronaca Lago, 17 Marzo 2021 ore 17:34

Dopo Gressoney e Milano, le riprese del “House of Gucci” del regista Ridley Scott, che racconterà la storia della nota casa di moda, sono approdate sul Lago di Como. A Villa Balbiano in Tremezzina, tra le location scelte per girare, oggi, mercoledì 17 marzo, è presente il cast al gran completo: Adam Driver (Maurizio Gucci), Lady Gaga (Patrizia Reggiani), Jared Leto (Paolo Gucci) e Al Pacino (Aldo Gucci). Dalle prime foto apparse sui social network sulle pagine dei fan degli attori si vede la famiglia Gucci protagonista di una festa, con tanto di partita di rugby sul prato. In questi giorni inoltre il cast dovrebbe anche girare delle scene in barca sulle acque del lago.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lady Gaga (@ladygaga)

Il Lago di Como ancora una volta diventa set cinematografico, dopo il film prodotto da Netflix con Jennifer Aniston e Adam Sandler. Un’occasione che il Comune di Tremezzina non si è lasciato sfuggire. Il municipio guidato dal sindaco Mauro Guerra infatti incasserà dalla Panorama Film srl per occupazione suolo, tassa rifiuti, prestazioni polizia locale, utilizzo palestra Lenno e strutture pro Loco al parco di Mezzegra nei tre giorni di riprese 17mila euro, oltre il rilievo promozionale del territorio grazie alla produzione internazionale quando il film uscirà in sala, secondo le previsioni il 24 novembre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da HOUSE OF GUCCI (@theguccimovie)

Grande movimento in questi giorni in Tremezzina, tanto che alcuni alberghi quali ad esempio l’Albergo Lenno e il Grand Hotel Cadenabbia, ancora chiusi a causa della pandemia, hanno appositamente aperto per ospitare il cast e la troupe. Un indotto importante che permette a tanti operatori di lavorare in questo momento così difficile e precario. Non sono però mancate le lamentele, come chi sottolinea che “in tempi in cui i residenti non possono uscire di casa, in paese c’è gente che arriva da oltre oceano”.

3 foto Sfoglia la gallery

“Mi limito a precisare che chi sta lavorando nella produzione cinematografica lo fa rispettando un rigorosissimo protocollo di sicurezza anti covid 19, definito a livello nazionale” ha commentato il sindaco Mauro Guerra condividendo un post di Silvia Rainoldi, titolare di una lavanderia a Menaggio ma anche presidente della Delegazione Lago e Valli di Confartigianato Como.

“Trovo totalmente fuori luogo questi commenti e pensieri – ha sottolineato Rainoldi – perché quotidianamente da mesi ascolto e vivo le difficoltà dei nostri piccoli imprenditori e artigiani che non sanno se domani potranno aprire o meno la propria attività. Quella che è arrivata con questo film è una grande opportunità di lavorare in questo momento difficile, seppur per pochi giorni. Aver visto in questi giorni operatori per strada ma soprattutto gli alberghi aperti per accogliere la produzione è stata una vera gioia: vedere una porta aperta è stata una luce di speranza”.

Stephanie Barone

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli