Cronaca
Elezioni di Erba

Il centrosinistra presenta il candidato Giorgio Berna

Aperitivo elettorale

Il centrosinistra presenta il candidato Giorgio Berna
Cronaca Erba, 30 Aprile 2022 ore 14:50

Questa mattina il candidato sindaco del centro sinistra Giorgio Berna si è presentato nel corso di un aperitivo con  presso la sede di NoiVoiLoro, la realtà erbese che raggruppa associazioni e cooperative sociali che operano nell’ambito dell’educazione di persone disabili e del sostegno a bambini con difficoltà di apprendimento, dello svago e del tempo libero, del volontariato a 360 gradi.

Ospite Francesco Boccia deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale.

“La sede della presentazione – afferma Berna - è tutt’altro che casuale, ha invece un senso preciso, NoiVoiLoro è l’immagine concreta della città che vorremmo contribuire a realizzare, una città dove tutti, senza distinzione, si sentano a casa, possano dedicare momenti del proprio tempo libero ad altri , dove la solidarietà, l’accoglienza, l’aiuto a chi è in difficoltà e il servizio sociale a favore dei disabili e dei giovani siano una realtà quotidiana, dove la diversità di ciascuno è valorizzata perché - come dice l’associazione - tutti abbiamo bisogno di aiuto, tutti abbiamo energia per aiutare”.

E’ questo anche il nostro modo di concepire la città e l’alternativa che vogliamo proporre ai cittadini erbesi, dopo 15 anni filati di centrodestra, non riguarda soltanto la mia candidatura, ma è il concetto stesso della città che vogliamo contribuire a realizzare.

Berna espone oggi linee e obiettivi del progetto-Erba. Primo punto: uscire dal torpore in cui la città si è adagiata, imboccare con coraggio la via dell’innovazione, tentare nuove strade, cercare soluzioni inedite a problemi da tempo irrisolti, sperimentare nuove tecnologie, nuove fonti energetiche, nuove forme di finanziamento, nuovi patti pubblico-privato con creatività e flessibilità.

Poi c’è la progettazione di una città ecologica (viabilità, piste ciclabili, car sharing, mobilità green, mezzi elettrici, verde pubblico, corridoi ecologici cittadini), una nuova sensibilità ambientale con la tutela delle zone di pregio, lo stop al consumo sconsiderato di suolo, l’impulso al riciclo dei rifiuti.

Ad Erba purtroppo non c’è una traccia da seguire. Come dice Edgar Morin “il metodo non può che costituirsi nella ricerca. Qui bisogna accettare di camminare senza sentiero, di tracciare il sentiero nel cammino”. E’ quello che faremo.

Per parafrasare David Maria Sassoli, la nostra sfida è quella di una città nuova che rispetta le persone, la natura e crede in una nuovo sistema sociale ed economico che tenda al benessere di tutti, benessere declinato in tutte le sue sfaccettare, inteso in senso largo come il bene della comunità.

Per raggiungere questo obiettivo, occorre lavorare sul concetto di coesione sociale, ristabilendo il senso di appartenenza ad una comunità che cambia, costruendo reti e servizi di ascolto e di mediazione coi cittadini, spazi di inclusione e integrazione.

Il tutto con l’occhio mirato al futuro e quindi ai giovani, ai loro desideri, alle loro istanze, al supporto delle nuove famiglie, alla cura di coloro che sono più fragili.

Mi presento con una lista cosiddetta “del Sindaco”. Si chiama ERBA CIVICA CON GIORGIO BERNA. E’ una lista che esprime sensibilità diverse e dove si riconoscono e si ritrovano persone diverse per percorsi di formazione e professionalità: giovani e meno giovani, esperienza ed entusiasmo, sane e radicate idee di buongoverno e spiccata propensione a idee innovative.

La presentazione dei candidati avverrà nel corso di un prossimo evento, abbiamo problemi di abbondanza: più di venti disponibilità per sedici posti. Stiamo scegliendo con cura ma permettemi di dire che in ERBA CIVICA ci sono candidati esperti, ognuno dei quali ha la caratura e il profilo adeguato per poter ricoprire il ruolo di Sindaco: mi riferisco a Michele Spagnuolo, Carlo Calvi e Marco Galli, oltre a Giovanna Marelli, un piccolo dubbio da risolvere in famiglia nel weekend. Accanto a loro altre persone rappresentative del mondo delle associazioni del volontariato, delle professioni, giovani studenti universitari che si affacciano con entusiasmo all’impegno per la nostra città. Tutti accomunati dall’impegno per la ricerca e per il raggiungimento del bene comune, inteso come bene di tutti, senza distinzione.

L’altra colonna a sostegno della mia candidatura è il Partito Democratico di Erba, che ha fatto un pressing che alla fine mi ha indotto ad accettare. Anche qui tanti amici, tanta serietà, tante professionalità e tanto impegno.

Il PD in questi ultimi 5 anni è stata l’unica vera voce di opposizione alla Giunta Airoldi, con Enrico Ghioni che dobbiamo ringraziare per la sua intelligente e strenua opposizione sempre improntata alla costruttività. Anche qui tanti nomi noti all’impegno amministrativo e tanti giovani brillanti e di sicuro avvenire.

Alla presentazione del candidato del centrosinistra e dei simboli delle liste che lo sostengono è annunciata la partecipazione dell’on. Francesco Boccia, deputato pd e ministro per gli Affari generali e le autonomie del II governo Conte.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie