Il Ministro Toninelli in visita al ponte di Annone. Ecco quando finiranno i lavori FOTO e VIDEO

"La Tav? Preferisco che le risorse dello Stato vengano investite per evitare tragedie simili a questa" ha spiegato.

Erba, 01 Marzo 2019 ore 12:14

Dopo il sopralluogo effettuato a gennaio sul Ponte di Paderno, il Ministro alle Infrastrutture è di nuovo nel Lecchese per verificare i lavori di un’altra importante via di collegamento strategica per il territorio:  Danilo Toninelli oggi, venerdì 1 marzo, ha visitato il cantiere del Ponte di Annone insieme ai sindaci e ai responsabili di Anas.

Il Ministro Toninelli al ponte di Annone

L’ispezioni arriva a pochi giorni dal sopralluogo effettuato dai responsabili della società che gestisce la 36 e dai primi cittadini del territorio avvenuto il 12 febbraio scorso. In quell’occasione era stato fatto il punto dei lavoro di ricostruzione  del viadotto dell Statale 36 crollato il 28 ottobre 2016. Un disastro in cui erano rimaste ferite sette persone ed aveva perso la vita il civatese Caludio Bertini. Ricordiamo che al momento sono sei le persone iscritte sul registro degli indagati per i reati di disastro colposo, crollo, omicidio colposo e lesioni.

4 foto Sfoglia la gallery

Al Ministro è stato spiegato il progetto ed è stato sottolineato che i lavori finiranno entro il 30 aprile. Toninelli ha poi fatto visita alle travi portanti del ponte e in generale si è dichiarato contento di come sta procedendo il lavoro ad Annone. Si è parlato anche del ponte di Civate che, nei mesi scorsi, è stato chiuso per prevenzione e verrà sistemato.

“Tav? No grazie”

Chiamato in causa sulla questione Tav, ha poi spiegato: “Preferisco che le risorse dello Stato vengano investite per evitare tragedie simili a questa. Bisogna gestire le risorse per fare manutenzione. Sono assolutamente contro la Tav”.

LEGGI ANCHE >> La tragedia di Annone 

LEGGI ANCHE >> Ponti senza padrone ecco quali sono i Comaschi 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia