Menu
Cerca
Una vicenda surreale

Incredibile in Brianza: lo chiamano per il vaccino ma è morto da più di dieci giorni

La surreale vicenda ha visto coinvolto Primo Vitali, storico amministratore comunale venuto a mancare lo scorso 10 marzo all’età di 90 anni.

Incredibile in Brianza: lo chiamano per il vaccino ma è morto da più di dieci giorni
Cronaca Brianza, 24 Marzo 2021 ore 10:49

Lo chiamano per il vaccino, ma è morto da più di dieci giorni. Incredibile vicenda, come riportano i colleghi di primamonza.it all’ospedale di Vimercate: coinvolto un cittadino di Cavenago.

Incredibile in Brianza: lo chiamano per il vaccino ma è morto da più di dieci giorni

“Lo scorso 1 marzo Primo è caduto in casa, rimediando un brutto colpo alla testa – spiegano i famigliari – Siamo subito corsi in Pronto soccorso, a Vimercate. La situazione era complicata e il giorno seguente, il 2 marzo, è stato ricoverato in Neurologia. Proprio poche ore dopo il ricovero abbiamo ricevuto il messaggio di Regione Lombardia con la convocazione per la prima dose di vaccino, prenotata lo scorso 16 febbraio. Considerate le precarie condizioni di Primo abbiamo subito cercato di avvisare l’ospedale che forse non sarebbe stato il caso di procedere con la somministrazione, anche perché il tampone effettuato era negativo”. Nei giorni successivi, purtroppo, le sue condizioni sono andate peggiorando, fino alla scomparsa datata 10 marzo.

“Incredibilmente abbiamo ricevuto da Regione Lombardia il messaggio con la convocazione per la seconda dose del vaccino, che Primo avrebbe dovuto ricevere sempre all’ospedale di Vimercate. Peccato che fosse venuto a mancare più di dieci giorni prima, a pochi metri di distanza dai locali dove vengono effettuate le vaccinazioni e che non avesse ricevuto nemmeno la prima di dose. E’ incredibile come vengano gestite le cose in questa Regione”, attaccano i parenti.

 

Necrologie