Rientro in classe

Inizio scuola ad Albavilla: dalle mascherine alle informazioni ai genitori

"Ho ritenuto assurdo sostituire i banchi tradizionali con quelli con le rotelle: gli alunni lo vedranno subito come una possibilità di gioco all’autoscontro, io, seriamente lo vedo come un gran pericolo".

Inizio scuola ad Albavilla: dalle mascherine alle informazioni ai genitori
Erba, 13 Settembre 2020 ore 13:10

Inizio scuola ad Albavilla: il sindaco ha voluto informare tutti i genitori sui comportamenti che dovranno tenere gli alunni e su ciò che è stato fatto.

Inizio scuola: l’Amministrazione donerà le mascherine

Il primo giorno di scuola l’Amministrazione Comunale regalerà una mascherina chirurgica a tutti i bambini/ragazzi della scuola elementare e medie.
Per i giorni seguenti ogni alunno dovrà avere la sua mascherina, vanno bene sia quelle chirurgiche che quelle in tessuto riutilizzabili. Nel caso qualcuno la dimenticasse, o si rompesse, la scuola ha a disposizione delle mascherine.
La mascherina è obbligatoria in ogni spostamento e sempre quando non ci sia la distanza interpersonale di 1 metro. A titolo esemplificativo si indossa quando si entra e si esce da scuola o durante l’intervallo. Ma quando si fa lezione si può rimane senza.

Tutti i chiarimenti del sindaco Giuliana Castelnuovo

“Dopo un’attenta analisi degli spazi, del numero dei nuovi iscritti e delle risorse economiche a disposizione riusciamo a garantire il distanziamento di almeno 1 metro degli alunni in ogni aula (anche in considerazione dello spazio di movimento), attraverso una rimodulazione dei banchi (tutti singoli), dei posti a sedere e degli arredi scolastici e attraverso l’adeguamento di spazi interni dell’edificio scolastico. Abbiamo realizzato tre nuove aule: la prima aula/laboratorio, sarà ricavata riadattando gli spazi delle sale ricevimento insegnanti situate al piano terra; la seconda aula e’ stata ricavata demolendo la parete attrezzata presente nell’ala est del piano terra del plesso scolastico situata tra le due aule del dopo scuola, in questo modo si avrà uno spazio unico in grado di ospitare un’aula di 25 alunni fra loro distanziati; la terza aula ordinaria e’ stata ricavata sostituendo al piano interrato gli attuali doppi banchi presenti nel laboratorio di artistica con nuovi banchi singoli a forma trapezoidale, questo permetterà anche in quest’aula di avere il distanziamento minimo tra gli alunni”.

Banchi con le rotelle? “No, li trovo pericolosi”

I banchi saranno a forma trapezoidale: la scelta nasce dalla possibilità in futuro di unire con varie forme geometriche i banchi in modo da creare dei grandi piani di lavoro per le attività didattiche di gruppo che verranno svolte finita l’emergenza sanitaria.
“Questa ridefinizione logistica, insieme all’acquisto di nuovi banchi, tiene conto delle esigenze sanitarie di protezione. Abbiamo inoltre realizzato più ingressi al plesso per garantire maggiormente il distanziamento.
I lavori di sistemazione dei locali per adattarli in nuove aule ammontano a19.451,30 euro , le forniture per l’acquisto di nuovi banchi e sedie a circa 8.600 euro. Ho ritenuto assurdo sostituire i banchi tradizionali con quelli con le rotelle. Gli attuali banchi sono già facilmente spostabili. Davvero non so cosa ci sia di didatticamente avanzato in un banco con la rotelle; gli alunni lo vedranno subito come una possibilità di gioco all’autoscontro, io, seriamente lo vedo come un gran pericolo. Penso, allo scorso anno, quando in una scuola milanese salì un bambino su una sedia con le rotelle per poi finire in tragedia. Tutti i lavori sono stati già eseguiti. I primi giorni di scuola sarà presente la nostra Protezione Civile per aiutare tutti. Il servizio di trasporto scolastico sarà attivo dal primo giorno di scuola, in entrata e in uscita, in base agli orari scolastici definitivi dall’Istituto Comprensivo. Il servizio mensa e il servizio doposcuola verrà posticipato di qualche giorno in base all’organico scolastico e all’orario scolastico”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia