Menu
Cerca
la decisione

La piscina di Olgiate Comasco non riaprirà fino al 1° settembre. Lombardia Nuoto: "Non vediamo l'ora di ripartire"

La società: "Insieme all'Amministrazione Comunale e agli uffici stiamo valutando le condizioni per una riorganizzazione funzionale e sostenibile".

La piscina di Olgiate Comasco non riaprirà fino al 1° settembre. Lombardia Nuoto: "Non vediamo l'ora di ripartire"
Cronaca Olgiate, 29 Maggio 2021 ore 11:54

La piscina di Olgiate Comasco, che si trova in via Don Sterlocchi, non riaprirà i battenti a luglio come permesso dall'ultimo Dpcm del Governo Draghi. La scelta della società che gestisce la vasca comunale, condivisa con l'amministrazione guidata dal sindaco Simone Moretti, è stata di riorganizzarsi con calma con tutti i protocolli di sicurezza e di riaprire il 1° settembre.

La piscina di Olgiate Comasco non riaprirà fino al 1° settembre

“L'impatto della pandemia sul mondo sportivo, come per tante realtà, è stato importante - spiegano dalla società di gestione - Lombardia Nuoto è riuscita a superare questa fase, sebbene la ripartenza comporterà parecchie difficoltà, sia economiche che operative (norme, attenzioni, ecc). Insieme all'Amministrazione Comunale e agli uffici stiamo valutando le condizioni per una riorganizzazione funzionale e sostenibile. Il Comune di Olgiate Comasco si è dimostrato sensibile ed attento a comprendere nel dettaglio i temi che mettono in crisi il settore".

"Nell'attesa che gli aspetti amministrativi trovino una definizione (questione di poche settimane), si è riflettuto sui tempi per la riapertura - aggiunge la nota stampa - A tal proposito si conviene una riapertura con settembre per le attività didattiche, nella speranza di poter ripartire con serenità. Lombardia Nuoto onorerà eventuali crediti non fruiti alla riapertura dell'impianto. Ringraziamo pubblicamente coloro che hanno potuto e voluto rinunciare in modo solidale al credito non utilizzato, supportando così la causa. Non vediamo l'ora di ripartire, i nostri dipendenti e collaboratori sono fermi da mesi ed hanno il bisogno, insieme al piacere, di riprendere a lavorare”.

Necrologie