Cronaca
l'iniziativa

La Prefettura sostiene il Controllo di Vicinato: invito ai Comuni a sottoscrivere l'accordo

Le convenzioni stipulate puntano anche a integrare i progetti di videosorveglianza urbana.

La Prefettura sostiene il Controllo di Vicinato: invito ai Comuni a sottoscrivere l'accordo
Cronaca Como città, 04 Maggio 2021 ore 12:54

La Prefettura sostiene il Controllo di Vicinato: invito ai Comuni a sottoscrivere l'accordo.

La Prefettura sostiene il Controllo di Vicinato: invito ai Comuni a sottoscrivere l'accordo

La Prefettura sostiene il controllo del territorio partecipato e in particolare i gruppi di Controllo di Vicinato. Per questo invita le amministrazioni comunali della provincia di Como interessate a sottoscrivere un apposito accordo per la Prefettura per permettere la costituzioni di questi gruppi aperti alla partecipazione attiva dei cittadini i quali affiancheranno le Forze di Polizia fornendo informazioni e inviando segnalazioni a seguito di osservazione presso le aree cittadine individuate, in merito a situazioni sospette relative a fenomeni di illegalità diffusa e degrado urbano.

"Il modello operativo in questione intende implementare il controllo del territorio con la collaborazione dei cittadini, incentivandone l’impegno e il senso civico, in modo da prevenire e rimuovere i vari elementi che concorrono al degrado della vita collettiva e corrispondere, anche in termini di percezione, alla crescente domanda di sicurezza - spiegano dalla Prefettura di Como - Le convenzioni stipulate – volte a valorizzare le esperienze già autonomamente condotte, negli anni scorsi, da varie Amministrazioni comunali - puntano anche a integrare i progetti di videosorveglianza urbana, strumenti assai utili per il contrasto del degrado urbano, favorendo l’aggiornamento dei sistemi esistenti e/o l’attivazione di nuovi".

In concreto, la definizione degli aspetti tecnici e organizzativi del “controllo di vicinato” è rimessa ad un vademecum operativo allegato ad ogni singola convenzione, mentre la verifica delle attività svolte e dello stato di attuazione dei singoli protocolli è rimessa a un’apposita Cabina di Regia, coordinata da un funzionario della Prefettura, composta da rappresentanti della Questura, dei Comandi Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e dell’ANCI.

Necrologie