La suoneria del sindaco interrompe il viceministro ma… è l’Inno d’Italia e la sorpresa è gradita VIDEO

Fuoriprogramma durante il confronto tra i primi cittadini del territorio e l'onorevole Matteo Mauri.

Olgiate, 22 Gennaio 2020 ore 11:54

La suoneria del sindaco di Binago, durante la visita ufficiale del viceministro dell’Interno Matteo Mauri, nella Sala del Consiglio comunale di Olgiate Comasco, ha “regalato” un divertente fuoriprogramma.

 

La suoneria tricolore

Lunedì sera 20 gennaio  una schiera di sindaci dell’Olgiatese, più il primo cittadino di Bregnano, hanno accolto il viceministro, che dal settembre 2019 lavora al fianco del ministro Luciana Lamorgese. Esternate richieste pressanti: liberare risorse per assumere personale di Polizia locale, dare sostegno alle Forze dell’ordine nella lotta contro lo spaccio di droga nei boschi, eliminare il problema della proliferazione incontrollata dei cinghiali, quindi dando soluzione ai reiterati danni provocati dagli ungulati. E proprio durante l’intervento del viceministro, un’improvvisa interruzione causata dalla suoneria del cellulare del primo cittadino binaghese Alberto Pagani. Non un trillo ma l’Inno d’Italia. A quel punto, pronta la battuta del viceministro: “Allora qui è una roba seria…”.

L’impegno per dare risposte ai Comuni

L’onorevole Mauri ha preso nota di ogni sollecitazione messa sul tavolo dai sindaci presenti (Olgiate Comasco, Solbiate con Cagno, Binago, Lurate Caccivio, Villa Guardia, Bregnano). In particolare, si è detto convinto della necessità di un intervento deciso per il contenimento dei cinghiali. E ha confermato l’esigenza di trovare soluzioni per consentire ai Comuni virtuosi di poter investire risorse proprie per rinforzare gli organici dei Municipi, in primi quelli delle Polizia locali.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve