Cronaca
Olgiate Comasco

Lacrime di gioia, ritrovata la Fiat 500 d'epoca che era stata rubata

"Diciamo un grande grazie ai Carabinieri".

Lacrime di gioia, ritrovata la Fiat 500 d'epoca che era stata rubata
Cronaca Olgiate, 17 Marzo 2022 ore 18:09

Lacrime di gioia per un lieto fine da giorni auspicato: la Fiat 500 d'epoca, di proprietà di Stefano Barbagallo, residente a Olgiate Comasco, rubata la scorsa settimana a Lurate Caccivio, è "tornata a casa".

Lacrime di gioia, indagini ancora in corso

L'auto d'epoca, immatricolata nel 1971, è il gioiellino al quale il suo proprietario è legatissimo. Proprio per questo, dopo il furto avvenuto mercoledì della scorsa settimana nel parcheggio di un'attività commerciale, la famiglia Barbagallo si era rivolta ai Carabinieri, lanciando poi un appello tramite Facebook e Instagram: invito a segnalare al 112 e alla stessa famiglia eventuali avvistamenti utili.  Le indagini svolte dai Carabinieri e qualche segnalazione arrivata direttamente alla famiglia Barbagallo hanno alimentato la speranza di ritrovare il veicolo. E così è stato. Dalla scorsa serata, infatti, la Fiat 500 d'epoca è tornata in possesso al suo proprietario. Per Stefano Barbagallo lacrime di gioia, togliendosi un peso che portava da una settimana.

"Un grande grazie alle Forze dell'ordine"

La mobilitazione e la condivisione delle immagini della videosorveglianza, che avevano immortalato il ladro mentre saliva a bordo dell'auto e si allontanava col veicolo d'epoca, hanno dato ampia visibilità al caso. Le indagini dei Carabinieri si sono rivelate fondamentali per riconsegnare il mezzo al proprietario. A quanto risulta, dal veicolo erano state rimosse le targhe, sostituendole con altre. Ma il mezzo è stato individuato, così da essere riconsegnato al proprietario. E le indagini non sono concluse. "Ringraziamo le Forze dell'ordine - dice Francesca Barbagallo, figlia di Stefano - e anche tutti coloro che ci hanno aiutato con segnalazioni utili".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie