Cronaca
Il dramma

L'ultimo saluto all'antennista morto dopo una caduta dal tetto

Sono stati celebrati oggi, giovedì, i funerali di Pier Luigi Airoldi. I famigliari hanno acconsentito all'espianto degli organi.

L'ultimo saluto all'antennista morto dopo una caduta dal tetto
Cronaca Erba, 26 Maggio 2022 ore 16:56

Si sono svolti nel pomeriggio di oggi, giovedì 26 maggio, nella chiesa di Fornaci di Briosco i funerali di Pier Luigi Airoldi, l'antennista 64enne morto lunedì all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L'uomo, casa a Inverigo, due giorni prima era precipitato accidentalmente da un tetto di un'abitazione privata di Verano Brianza mentre stava riparando un'antenna.

L'ultimo saluto all'antennista morto dopo una caduta dal tetto

La chiesa parrocchiale di Fornaci, frazione di Briosco al confine con Inverigo, era gremita questa pomeriggio. Sull'altare, a celebrare la cerimonia funebre, don Riccardo Castelli, parroco della Comunità pastorale San Vittore. Don Riccardo, nella sua omelia, si è rivolto alla famiglia di Pier Luigi Airoldi: all'adorata mamma Renata, al fratello Anito, alla moglie Graziella e ai figli Andrea e Giulia. Il sacerdote ha voluto ringraziare il 64enne per il suo ultimo gesto generoso: la donazione degli organi.

"Grazie Pier Luigi"

"Davanti a una perdita tanto inaspettata, si fa fatica a ritrovare il centro dell'esistenza", ha detto il parroco. La presenza di tante persone che hanno voluto stringersi intorno alla famiglia dell'antennista "fa bene" ma, ha ammesso, "non basta", perché "lui non c'è più, non potrà più aiutare mamma Renata, accompagnare nella crescita i suoi figli". Ecco allora che la luce può arrivare solo dal Signore.

Don Riccardo ha descritto il 64enne come un uomo "buono, generoso, semplice, rispettoso del prossimo" che se ne è andato lasciando dietro di sé un ultimo esempio, donando i suoi organi.

"Non potrete più godere della presenza fisica di Pier Luigi - ha concluso il parroco, rivolgendosi ai famigliari - ma il suo spirito non verrà mai cancellato dalla vostra anima e dalla vostra mente".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie