Scatta il divieto di avvicinamento

Maltrattamenti e minacce alla ex e al nuovo fidanzato: ora l’incubo è finito

L'uomo aveva conosciuto la vittima via Facebook e si era trasferito da Porto Rico a Como per vivere insieme.

Maltrattamenti e minacce alla ex e al nuovo fidanzato: ora l’incubo è finito
Cronaca Como città, 03 Dicembre 2020 ore 17:22

Nella mattinata di oggi, giovedì 3 dicembre 2020, i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Como hanno eseguito un ordine di esecuzione della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa nei confronti di L.J.D., classe 1971, cittadino portoricano regolare sul territorio nazionale, resosi responsabile dei reati di maltrattamenti, lesioni, diffamazione e minacce, nei confronti della ex-fidanzata, cittadina italiana, di qualche anno più giovane di lui.

Maltrattamenti e minacce alla ex e al nuovo fidanzato: ora l’incubo è finito

I due, un paio di anni fa, si erano conosciuti su Facebook. Lui era ancora a Porto Rico mentre lei viveva a Como. Forse per amore, forse perché lei poteva offrirgli un futuro più sereno, anche economicamente, l’uomo ha deciso di venire in Italia nel dicembre 2017. Lei lo ha accolto in casa, ma dopo pochi giorni l’uomo ha mostrato la sua natura violenta e, spesso ubriaco, ha iniziato a maltrattarla. In particolare, la donna ha subito continue minacce, percosse, lesioni, violenze sessuali e, a volte, era addirittura costretta a simulare di svolgere l’attività di prostituzione in strada. Tuttavia i sentimenti che la donna provava verso l’uomo non la portavano ad allontanarlo rimanendo sottomessa a numerose vessazioni fino a quando, nel marzo 2019, grazie all’incoraggiamento della famiglia e dopo l’ennesima lite furibonda, ha deciso di denunciarlo.

Minacce anche al nuovo fidanzato della donna

Una sera dello scorso febbraio, arriva una chiamata al numero d’emergenza per una lite in strada, sotto a un albergo del centro. In particolare alcuni passanti avevano notato un uomo e una donna litigare pesantemente per strada. Il personale della squadra Volante intervenuta trovava la donna terrorizzata dal fatto che
l’uomo, per gelosia, le imponeva di non lasciare la stanza d’albergo. In seguito, però, a causa del lockdown le occasioni dei due per incontrarsi diventavano più rare, fino a quando a maggio, la donna intraprendeva una nuova relazione sentimentale con un altro uomo, ma questa nuova situazione non era accettata dall’ex-compagno che, quindi, cominciava a minacciare anche il nuovo partner di lei. E’ a questo punto che la donna torna in Questura e lo denuncia per la seconda volta.

La misura cautelare

Per questo motivo la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Como, che coordina le indagini, ha delegato la Squadra Mobile a svolgere i necessari accertamenti al fine di raccogliere gli elementi necessari per richiedere, nei confronti di L.J.D, una misura cautelare al G.I.P., misura cautelare poi effettivamente emessa e consistente nel divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. I poliziotti si sono posti subito alla ricerca dell’indagato e, trovandolo per le vie del centro cittadino nei pressi di un bar, lo hanno accompagnato in Questura per notificargli il provvedimento.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità