Mense Como come cambia il regolamento: novità sui pagamenti

Niente più bollettini per l'abbonamento mensile bensì una carta prepagata per pagare "a pasto".

Mense Como come cambia il regolamento: novità sui pagamenti
Como città, 18 Luglio 2018 ore 08:39

Mense Como: questa sera, 18 luglio, in Consiglio comunale si parlerà delle modifiche al regolamento del servizio.

Mense Como cosa cambia: novità sul metodo di pagamento

Ieri sera, 17 luglio, in Commissione III l'assessore alle Politiche educative Amelia Locatelli ha presentato le proposte di modifica al regolamento per la gestione del servizio mense scolastiche nella città di Como. Modifiche necessarie mentre gli uffici preposti stanno finendo di vagliare l'offerta di Euroristorazione che ha vinto la gara d'appalto per la gestione di circa il 50% del servizio. Questa sera ci sarà il passo successivo, ovvero la discussione di questo punto in Consiglio comunale e l'approvazione della delibera con le modifiche. Ma cosa cambierà a partire da settembre con questo voto?

La principale novità che gli uffici vogliono introdurre è certamente il pagamento a consumo e non più con un abbonamento mensile. Fino ad oggi infatti i genitori facevano un abbonamento mensile al servizio mensa ad un costo fisso; al termine di quel mese gli uffici erano chiamati a preparare un bollettino di pagamento che arrivava alla famiglia tramite la scuola. Ancor più complesso il sistema dei rimborsi, qualora il bambino fosse rimasto assente e non avesse fruito del servizio per più di un tot di giorni. "Proponiamo un pagamento 'a pasto' - ha spiegato l'assessore Locatelli - All'inizio del mese i genitori ricaricheranno una carta prepagata e ad ogni pranzo consumato verrà scalato il costo del singolo servizio. Il tutto avverrà digitalmente attraverso una piattaforma online. In questo modo non si creerà più il problema dei rimborsi".

Un metodo che, a detta dell'assessore, "snellirà il sistema sia per gli uffici comunali che per le famiglie che non saranno più costrette ogni mese ad andare a pagare in Posta (quindi con il costo del pagamento del bollettino) il servizio mensa. Il credito residuo e le ricariche si potranno tenere sotto controllo attraverso la piattaforma con le credenziali". 

"Nessun aumento sul costo dei pasti"

Un nuovo sistema che sarà attivo sia per le scuole che usufruiranno del servizio esternalizzato che per quelle che continueranno a fruire delle mense comunali. E sul costo l'assessore Locatelli è stata chiara: "Per quest'anno nessun aumento, se non l'adeguamento Istat, che tutti i Comuni devono inserire". Rimangono inoltre invariate le agevolazioni e le fasce di riferimento ISEE. L'unica proposta che andrebbe ad abrogare un'agevolazione è quella relativa al 10% di sconto legato ai proprietari di beni immobili. Lo stesso metodo di pagamento a fruizione del servizio è stato pensato per l'assistenza alla mensa.

Ma non è finita. Se questa sera in Consiglio comunale tutto andrà come previsto e la delibera verrà approvata, inizierà una vera e propria corsa contro il tempo. Le famiglie andranno informate di tutte le novità e la piattaforma online di gestione dovrà essere pronta per l'inizio di settembre quando i genitori dovranno fare la prima ricarica per fruire del servizio.

Stephanie Barone

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie