Cronaca
Il reportage, capitolo tre

Missione Ucraina, il campo profughi di Budomierz e la consegna del carico di Rovello

Consegna effettuata tra le persone che lasciavano l'Ucraina e chi arrivava a portare rifornimenti.

Missione Ucraina, il campo profughi di Budomierz e la consegna del carico di Rovello
Cronaca Bassa Comasca, 06 Marzo 2022 ore 08:56

Il carico é arrivato a destinazione. Dopo un lungo viaggio, non senza qualche complicazione, e dopo che due furgoni della carovana partita da Rovello Porro erano stati dirottati su Cracovia, dove la comunità polacca ha allestito un centro per rifugiati, gli altri tre mezzi poco dopo le 19.30 di sabato 5 marzo sono arrivati alla dogana di Budomierz tra la Polonia e l'Ucraina.

Missione Ucraina, il campo profughi di Budomierz e la consegna del carico di Rovello

IL VIDEO DELL'ARRIVO ALLA FRONTIERA

Quello che ci siamo trovati di fronte é stato un centro di prima assistenza allestito in territorio polacco dove ci sono persone che sono uscite dal Paese  in guerra e attendono qualcuno che li porti via. Una lunga fila di auto, taxi, furgoni, pullman attende di poter spiegare alle autorità polacche chi cercano o cosa devono scarica. Il caos é tanto: ci sono persone, prettamente donne e bambini che trascinano dei trolley con le poche cose che hanno portato con loro, in attesa di un passaggio. C é piange, chi grida, chi parla al telefono, chi semplicemente aspetta.

LA SITUAZIONE AL CAMPO PROFUGHI

Non é stato semplice ma le autorità delle due dogane, polacche e ucraine, ci hanno permesso di entrare in territorio neutro per poter scaricare la merce. Lí abbiamo incontrato il gruppo di uomini ucraini, civili mandati dall'esercito, che hanno preso in carico i nostri scatoloni di aiuti.

L'ENTRATA IN DOGANA

Fianco a fianco, tra un sorriso e uno sguardo complice per capirsi, é stato effettuato il passaggio di consegne. I furgoni con il carico di aiuti andrà in una zona sicura dove i militari ucraini li ritireranno per portarli nelle zone dei bombardamenti.

LA CONSEGNA

Ci siamo lasciati con una foto di rito e un sorriso, certi di rivederci al prossimo viaggio. "Non avremmo mai pensato che dall'Italia ci sarebbe stata una solidarietà di questo tipo - ci ha detto - State certi che tutto quello che ci avete inviato e per il quale vi ringraziamo, aiuterà tante persone".

RACCONTO PER IMMAGINI

7 foto Sfoglia la gallery

 

Stephanie Barone

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie