traffico di valuta

Monete d’oro e d’argento e 36mila euro in contati: polacco fermato alla dogana di Oria

Il viaggiatore ha pagato subito la sanzione.

Monete d’oro e d’argento e 36mila euro in contati: polacco fermato alla dogana di Oria
Lago, 03 Agosto 2020 ore 16:04

Monete d’oro e d’argento e 36mila euro in contati: polacco fermato alla dogana di Oria

Monete d’oro e d’argento e 36mila euro in contati

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli della Sezione Operativa Territoriale di Oria Valsolda e la Guardia di Finanza della Tenenza di Oria hanno sequestrato a un cittadino di nazionalità polacca, proveniente in auto dalla Svizzera, 36.830 euro, dieci monete d’oro (Krugerrand sudafricani) e venticinque d’argento (monete di conio svizzero), custodite in due contenitori riposti nei bagagli e corredate da recenti fatture d’acquisto per un controvalore equivalente a 19.000 euro.

Il viaggiatore ha aderito all’istituto dell’oblazione immediata, ovvero ha pagato subito la terza parte del massimo della sanzione. Il risultato conseguito testimonia il costante impegno dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e della Guardia di Finanza, che in modo sinergico operano al confine nel contrasto quotidiano ai traffici illeciti di ogni genere.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia