Menu
Cerca
Querelle infinita

Moschea a Cantù Molteni (Lega) non ci sta: "Prima le comunità islamiche accettino l'uguaglianza uomo-donna"

Dopo il ricorso accolto dal Tar è intervenuto l'onorevole Nicola Molteni.

Moschea a Cantù Molteni (Lega) non ci sta: "Prima le comunità islamiche accettino l'uguaglianza uomo-donna"
Cronaca Canturino, 20 Gennaio 2021 ore 11:56

"Non esiste e non è riconosciuto da nessuna parte un diritto universale o un dovere amministrativo a realizzare una moschea sul suolo nazionale e locale. Non sta scritto da nessuna parte che il diritto di culto prevede l’obbligo al luogo di culto ovvero a realizzare una moschea". Questo il commento dell'onorevole leghista Nicola Molteni dopo che il Tar ha accolto il ricorso presentato dell’associazione Assalam per la moschea a Cantù, in via Milano.

Moschea a Cantù Molteni (Lega) non ci sta: "Prima le comunità islamiche accettino l'uguaglianza uomo-donna"

"E questo a maggior ragione se le confessioni religiose diverse dalla Cattolica - ad esempio le comunità islamiche - non sottoscrivono le “intese”, previste in Costituzione, con lo stato italiano. Ovvero sino a quando le comunità islamiche non accetteranno, in modo vincolante, principi, regole e valori - ad esempio la parità e l’uguaglianza uomo-donna- previsti nel nostro ordinamento e nella cultura e civiltà occidentale! Quindi usando il diritto, la Costituzione, la ragionevolezza e la necessità di tutela della sicurezza delle comunità locali sarà sempre #NO e sempre ferma la contrarietà a una moschea a Cantù".

Necrologie