Menu
Cerca
La polemica

Niente hub vaccinale a Cantù il Pd: “Regione nel caos e Amministrazione canturina inadeguata”

"Ci sembra logico che gli hub vaccinali debbano essere posti proprio nei centri più popolosi".

Niente hub vaccinale a Cantù il Pd: “Regione nel caos e Amministrazione canturina inadeguata”
Cronaca Canturino, 25 Marzo 2021 ore 17:24

Non ci sarà nessun hub vaccinale a Cantù. Il Pd insorge e incolpa Regione e Amministrazione comunale.

Niente hub vaccinale a Cantù il Pd: “Regione nel caos”

Allegra Cangi e Francesca Somaini, segretarie reggenti del Circolo PD di Cantù, spiegano:

“Cantù non avrà alcun centro vaccinale: il secondo polo urbano della provincia di Como non ospiterà un centro per la somministrazione del vaccino, e i cittadini canturini dovranno recarsi a Mariano Comense. Cantù ha 40 mila abitanti, Mariano 24 mila. Basterebbe questo per condannare l’insipienza e l’approssimazione della politica regionale già ampiamente dimostrata nel corso della crisi epidemica. La regione Lombardia è finita nel più completo caos, nel governo dell’epidemia: ritardi, malfunzionamenti, passi indietro, fughe dalla responsabilità”.

“Amministrazione canturina inadeguata”

“A questa défaillance, si aggiunge anche una sostanziale inadeguatezza dell’amministrazione canturina. La sindaca e gli assessori non sono stati in grado di far valere la priorità cittadina, e hanno accettato il trasferimento dei canturini chiamati al vaccino nella vicina Mariano. Ripetiamo, non per proclamare una inesistente supremazia cittadina: ma ci sembra logico che gli hub vaccinali debbano essere posti proprio nei centri più popolosi. Sta di fatto che i canturini dovranno recarsi o a Como, (come sta accadendo adesso) o a Mariano per le vaccinazioni, quando avrebbero potuto vaccinarsi in un centro della città. Non una parola, un gesto politico, un atto di resistenza da parte dell’amministrazione canturina: è indifferente e insensibile alle difficoltà che coinvolgeranno i propri cittadini”.

“Modello vaccinale errato”

“E tuttavia, è proprio il modello vaccinale adottato dalla Regione Lombardia ad essere profondamente sbagliato. La logica di attivare hub vaccinali solo dentro centri ospedalieri risponde al modello sanitario che ha dimostrato il suo fallimento proprio durante la pandemia. La Lombardia ha annullato la sanità di base, in favore di grandi ospedali provinciali, e persevera in questo errore. Sarebbero invece necessari centri vaccinali di tipo territoriale, quanto più possibile capillarmente presenti nella società, proprio per ottenere una rapida ed efficace campagna di vaccinazione. Altre regioni hanno proceduto in questo senso (Toscana, Veneto, Lazio) e stanno progredendo velocemente nelle vaccinazioni; la Lombardia sceglie di perseguire nel suo errore, e il Comune di Cantù non è in grado di far altro che insistere dietro questa scia”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli