Cronaca
il provvedimento

Normativa anti-Covid, Esselunga di via Carloni a Como chiusa per un giorno. Il supermercato: "Mai superata la capienza massima"

Blitz delle forze dell'ordine questa mattina: la catena respinge ogni accusa e domani sarà aperta.

Normativa anti-Covid, Esselunga di via Carloni a Como chiusa per un giorno. Il supermercato: "Mai superata la capienza massima"
Cronaca Como città, 02 Aprile 2021 ore 16:00

Normativa anti-Covid, Esselunga di via Carloni a Como chiusa per un giorno.

Normativa anti-Covid, Esselunga di via Carloni chiusa per un giorno

Blitz delle forze dell'ordine in tarda mattinata, venerdì 2 aprile 2021, all'Esselunga di via Carloni a Como.

Da quanto è stato possibile apprendere questa mattina c'è stato un vero e proprio assalto al supermercato per gli acquisti in previsione dei pranzi di Pasqua e Pasquetta. Un afflusso eccessivo di clienti nel supermercato che ha spinto qualcuno a chiamare le forze dell'ordine per segnalare l'assembramento, vietato dalla normativa anti-Covid.

Così intorno all'ora di pranzo le forze dell'ordine arrivate in posto hanno provveduto a far uscire parte della clientela in attesa che si smaltisse la coda all'interno della struttura. Poi è stato imposto l'accesso contingentato al supermercato per evitare altri assembramenti. Ciò non è bastato al supermercato ad evitare la sanzione: la Questura di Como ha infatti imposto la chiusura provvisoria della struttura per un giorno.

La replica dell'azienda

AGGIORNAMENTO ORE 16.40. In poco più di mezz'ora dalla pubblicazione della notizia, è arrivata la replica della nota catena di supermercati. Ecco la nota integrale:

"Oggi pomeriggio venerdì 2 aprile il negozio di Como Via Ambrosoli (angolo via Carloni) resterà chiuso su indicazione delle forze dell’ordine che hanno registrato un presunto sovraffollamento. L’azienda respinge del tutto quanto imputato: gli ingressi in negozio, infatti, sono costantemente monitorati attraverso un sistema informatico e sono contingentati in caso di progressivo affollamento. L’azienda ha potuto verificare dai sistemi di controllo che nell’intero arco della mattina non sono mai stati superati i limiti consentiti dalle disposizioni in vigore e ne darà conto agli organi preposti. Siamo estremamente dispiaciuti e ci scusiamo con i clienti per il disagio arrecato. Domani il negozio sarà aperto regolarmente".

Necrologie