Omicidio Cantù | Pugnala il nonno poi scappa: la ricostruzione dell’omicidio

Sono stati i vicini i primi a dare l'allarme.

Omicidio Cantù | Pugnala il nonno poi scappa: la ricostruzione dell’omicidio
Canturino, 17 Marzo 2018 ore 13:38

Diventano sempre più chiari i contorni dell‘omicidio di via Monte Palanzone.

Pugnala il nonno e scappa: la ricostruzione

Giovanni Volpe, ex bidello a Cantù di 78 anni, è stato pugnalato ieri tra le 21 e le 21.30. Ad ucciderlo il nipote Luca Volpe, classe 1992, che avrebbe compiuto il gesto dopo una lite nata per futili motivi. Tra i due c’era stato qualche diverbio anche nel passato.

L’allarme dai vicini

Sono stati i vicini di casa a dare l’allarme. Avevano sentito dei rumori sospetti e hanno allertato il figlio della vittima, Paolo Volpe che subito è accorso per capire cosa stesse succedendo. Al suo arrivo però ha trovato il padre riverso a terra in una pozza di sangue, già morto. A quel punto c’è stata la chiamata ai Carabinieri della Compagnia di Cantù che dopo una rapidissima indagine hanno rintracciato il nipote.

L’assassino era scappato ora è in carcere

Il giovane, dopo l’omicidio, si era rifugiato in un albergo a Novedrate. In questo momento si trova in carcere al Bassone con l’accusa di omicidio volontario. E’ in attesa dalla convalida dell’arresto.

Tutti gli articoli correlati

Il nonno lo aveva cresciuto IL VOLTO DELLA VITTIMA
Omicidio Cantù | I vicini: “Il nonno aveva paura” LA FOTO DELL’ASSASSINO

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia