Dal Giornale di Erba

Orsenigo, dopo l’appello social, ricostruita l’amicizia “storica” STORIE SOTTO L’ALBERO

Il Giornale di Erba regala ai lettori di PrimoComo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2020 sulle pagine del nostro settimanale.

Orsenigo, dopo l’appello social, ricostruita l’amicizia “storica” STORIE SOTTO L’ALBERO
Cronaca Erba, 26 Dicembre 2020 ore 10:30

Dopo l’appello lanciato da Marco Caldiroli sui social network per ritrovare la famiglia di Antonio Mauri e ricostruire un’amicizia nata ai tempi della guerra, le famiglie si sono incontrate. Il messaggio era stato lanciato da Caldiroli, di Castellanza, lo scorso maggio e divulgato anche tramite le pagine del Giornale di Erba di sabato 30 maggio.

L’amico ritrovato: ecco come è andata

Nello specifico, Caldiroli, intervistato sulle pagine del nostro settimanale, aveva raccontato come sua figlia Aurora, durante la ricostruzione dell’albero genealogico della famiglia, aveva rinvenuto una foto di un uomo di cui i nonni parlavano spesso: si trattava proprio di Mauri, che risiedeva a Parzano. “Mio nonno, Luigi Castiglioni, negli anni della guerra, aveva per amico Antonio Mauri. Pare che durante quegli anni, nella difficoltà della battaglia, fosse stato chiesto a tutti di scappare e lasciare le persone che erano rimaste ferite. Ma mio nonno non aveva voluto abbandonare il suo amico: così lo aveva preso in spalla e lo aveva portato con sé, salvandolo. Mio nonno è mancato nel 1958 ma da sempre la mia nonna, e successivamente la mia mamma, hanno manifestato il desiderio di conoscere la famiglia dell’amico del nonno per ricostruire il bel legame che si era creato tra le famiglie. A seguito dell’appello, divulgato tramite i social network sul gruppo ‘Sei di Orsenigo se…’ e tramite il vostro giornale, sono stato contattato proprio dai famigliari di Mauri tramite alcuni vicini di casa residenti nella frazione e lo scorso 6 settembre ci siamo incontrati, a Parzano”.

Un incontro emozionante, che ha permesso di ricostruire il legame tra le famiglie. “Sono davvero contento – ancora Caldiroli – Perché mia mamma, fino a prima di mancare, aveva espresso il desiderio di tornare in contatto con questa famiglia: e questo suo desiderio è stato esaudito. Era inevitabile un pochino di agitazione, di timore, ma alla fine è stato un momento molto bello, siamo stati trattati benissimo dai padroni di casa e abbiamo trascorso un bellissimo pomeriggio. Alla fine ho fatto realizzare una targa di ricordo ‘Nel ricordo dell’amicizia che legava i nostri nonni, Antonio Mauri e Luigi Castiglioni'”.

Oltre l’amicizia “storica”: una promessa tra famiglie

Le famiglie si sono successivamente ripromesse di mantenere i contatti. “Ci siamo congedati con la ripromessa di vederci nuovamente e restare in contatto – aggiunge Caldiroli – Intanto è stato bello vedere come, tramite un appello, sia stato possibile rintracciare persone che hanno avuto un legame così lontano nel tempo. Sono molto contento di essere riuscito a ricostruire un’amicizia storica che legava mio nonno, di Castellanza, a una persona di Parzano, e che risale agli anni della guerra. Tanto più che io non conoscevo proprio la località, abitando a molti chilometri di distanza, ma la diffusione dell’appello ci ha permesso di avvicinarci in breve tempo”.

Una bellissima storia di un’amicizia che incredibilmente, dopo tanti anni, si è potuta ricongiungere.

(Giornale di Erba, 12 settembre 2020)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità