Pallacanestro Cantù di nuovo in campo per il derby di Supercoppa con Varese

Palazzetto aperto a una "fetta" di pubblico sugli spalti.

Pallacanestro Cantù di nuovo in campo per il derby di Supercoppa con Varese
Canturino, 06 Settembre 2020 ore 16:46

Pallacanestro Cantù in campo lunedì contro Varese. Dopo la combattutissima gara di venerdì scorso, Cantù e Varese tornano ad affrontarsi per un altro derby di Supercoppa.

Pallacanestro Cantù alla prova del derby

Dopo la combattutissima gara di venerdì scorso, Cantù e Varese tornano ad affrontarsi nuovamente per un altro derby di Supercoppa, in programma domani a campi invertiti e valevole per la penultima sfida del Girone A. Girone che l’Acqua S.Bernardo chiuderà in trasferta a Brescia, giovedì 10 settembre alle 20.30. Il primo derby stagionale contro la Openjobmetis ha visto trionfare i biancorossi solo nei minuti finali, dopo che i canturini erano stati encomiabili nel recuperare ben undici lunghezze di scarto, mettendo la testa avanti ma esaurendo, a pochi istanti dal termine, l’energia necessaria per respingere l’impeto di Luis Scola e compagni. Proprio il lungo sudamericano, 40 anni ma ancora determinante in campo, è stato l’Mvp del confronto di due giorni fa, contribuendo alla prima vittoria stagionale di Varese con ben 26 punti e 6 rimbalzi in 27’.

Le parole di Jordan Bayehe

Nell’84 a 77 finale c’è stato tanto di Scola, come giustamente evidenziato da Jordan Bayehe alla vigilia del derby che si disputerà domani a Desio. “Rispetto alla partita di venerdì – spiega Bayehe – dovremo cercare non dico di cancellare l’argentino ma quantomeno di limitarlo un minimo, già questo sarebbe un grande passo in avanti per noi, viste le sue incredibili capacità in area. A Varese, sotto canestro, abbiamo sofferto molto, quindi domani servirà farsi trovare più pronti. Per loro Scola è un punto di riferimento, sia per esperienza sia per stazza fisica, in area servirà essere più attenti alle sue avanzate”.
Ma Bayehe – che all’Enerxenia Arena è stato senza dubbio tra i più positivi in campo – era riuscito, almeno in parte, a limitare Scola già venerdì, tenendogli testa con grande coraggio e grande energia in un paio di occasioni. In una di queste, il lungo camerunense di formazione italiana è riuscito a rifilare all’argentino anche una poderosa stoppata, meritando la standing ovation della panchina biancoblù. “Scola a parte – prosegue il ventenne di origini africane – il secondo aspetto che possiamo e dobbiamo migliorare subito è quello delle seconde possibilità: mi riferisco a tutti quei rimbalzi offensivi che abbiamo concesso venerdì a Varese. Domani dovremo provare a non concedere seconde chances ai nostri avversari”.
La grande novità della sfida di domani è che la Openjobmetis si presenterà al PalaDesio senza il
suo capo allenatore: Attilio Caja, infatti, sulla panchina varesina dal dicembre del 2016, è stato esonerato nella giornata di ieri. Al suo posto a Desio ci sarà il 52enne bresciano, con un passato da giocatore proprio nel Basket Brescia.

Match aperto, in parte, al pubblico

L’incontro sarà aperto al pubblico: in seguito all’ordinanza di Regione Lombardia, prevista la partecipazione dei tifosi per il 25% della capienza, domani al palazzetto potranno entrare un massimo di 1625 spettatori. Il club ricorda che per non creare assembramenti le casse del PalaDesio resteranno chiuse. Biglietti acquistabili on-line e al Basket Point di via Dante 6, a Cantù, aperto dalle 15 alle 18 di domani.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia