Cronaca
trasporti pubblici

Partito il primo treno Covid Free Milano-Roma: ecco come funziona

Serve il tampone per tutti prima di partire.

Partito il primo treno Covid Free Milano-Roma: ecco come funziona
Cronaca Como città, 17 Aprile 2021 ore 16:02

Partito il primo treno Covid Free Milano-Roma: ecco come funziona.

Partito il primo treno Covid Free Milano-Roma: ecco come funziona

A partire da ieri, venerdì 16 aprile 2021, è partito in via sperimentale sulla tratta Roma Termini-Milano Centrale, senza fermate, il Treno Covid Free. La sperimentazione era prevista per dopo Pasqua e così è stato: si inizia con la tratta Roma Termini-Milano Centrale, senza fermate per poi, in caso di esito positivo, essere esteso ad altre tratte e destinazioni.

L’organizzazione per i treni è la medesima impiegata per i voli che in queste ultime settimana sono partiti anche dalla nostra regione: potrà salire sul treno solo chi sarà risultato negativo a un test Covid (rapido o molecolare) fatto entro 48 ore prima della partenza, in una struttura a scelta.

Nel caso in cui, invece, i viaggiatori non abbiano effettuato il test potranno eseguire un tampone rapito gratuito presso i gazebo della Croce Rossa Italiana che sono stati allestiti, a partire dal 14 aprile, vicino all’ingresso della metro di Milano Centrale e a Roma Termini, vicino alle mura. Oltre ai viaggiatori anche i tutto il personale all’opera sul treno sarà sottoposto a tampone prima del viaggio.

Le tratte interessate

Per questa fase sperimentale saranno due i treni Frecciarossa 1000 interessati che faranno andata e ritorno senza fermate intermedie tra Roma e Milano (da Roma Termini alle 8.50, con arrivo a Milano Centrale alle 12.00; da Milano Centrale alle 18.00 con arrivo a Roma Termini alle 21.10).

Durante la prenotazione del proprio viaggio il sistema indicherà a ciascun passeggero l’orario in cui presentarsi, almeno 50 minuti prima della partenza del treno se non si è fatto il tampone o da 45 minuti a 10 in caso di tampone già effettuato.

Così come stabilito dal dpcm del luglio 2020 si potrà viaggiare con una capienza massima del 50%: il prezzo del treno non verrà maggiorato, seppure sia be più sicuro delle altre tratte.

Anche i vaccinati dovranno tamponati

Un obbligo, quello del tampone per salire sui treni Covid Free, che vale anche per i viaggiatori già vaccinati: finché non entrerà in vigore il green pass europeo, infatti, dovranno sottoporsi alle medesime procedure di chi non è ancora stato vaccinato.

Unica eccezione è data dai bambini sotto i sei anni, non tenuti a sottoporsi al tampone.

E se si è positivi al tampone?

Nel caso in cui il viaggiatore risultasse positivo al tampone è previsto il rimborso al 100% del biglietto

Necrologie