Menu
Cerca

Precipita con il parapendio e si incastra sull'albero: illeso per miracolo

Il 56enne è riuscito a scendere da solo

Precipita con il parapendio e si incastra sull'albero: illeso per miracolo
Cronaca 21 Agosto 2017 ore 14:16

Perde quota con il parapendio e si incastra su un albero al Lago del Segrino: illeso per miracolo.

Tragedia sfiorata

L'episodio si è verificato oggi, lunedì 21 agosto, sulla sponda canzese del Lago del Segrino. Erano quasi le 12.30 quando un uomo di 56 anni che stava sorvolando la zona con il parapendio ha perso improvvisamente quota ed è precipitato. La sua rapida discesa si è fermata tra i rami di un albero del Lago del Segrino, proprio dove si trova la ciclopedonale affollata da centinaia di persone. Poi è rimasto incastrato.

L'allarme

Fortunatamente il 56enne è sempre rimasto cosciente: mentre i soccorritori si stavano recando sul posto, l'uomo sarebbe riuscito a scendere da solo dall'albero in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Inizialmente si era diffusa la voce che il parapendista sarebbe precipitato nel lago: per questo erano stati allertati gli uomini del Soccorso Alpini e l'Elisoccorso di Como. Presenti anche i Vigili del Fuoco di Erba.

Il ricovero in ospedale

Il 56enne caduto con il parapendio è uscito miracolosamente illeso dall'impatto con l'albero: solo quale graffio. L'uomo, residente a Sotto il Monte (Bergamo), è stato recuperato dai Vigili del Fuoco di Erba in via Verdi a Canzo. Poi è stato trasportato in ospedale da un'ambulanza della Sos di Canzo.  Non sono stati necessari gli interventi del Soccorso Alpino Fluviale, dell'elicottero dei Vigili del Fuoco  e dell'Elisoccorso che hanno così fatto rientro alla base.

 

La sponda del Lago dove si è incastrato l'uomo
Soccorso Alpino al Lago del Segrino
Necrologie