Cronaca
i dati

Polizia di Stato, 168 anni di servizio. Il Questore De Angelis: "Oggi chiamati a combattere un nemico diverso, subdolo e invisibile"

Nessuna cerimonia pubblica per l'epidemia di Covid-19. I dati sul lavoro dell'ultimo anno parlano di un nuovo calo dei reati.

Cronaca Como città, 10 Aprile 2020 ore 10:59

Ricorre oggi, 10 aprile 2020, il 168esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Un appuntamento annuale in cui ci si ritrova non solo per analizzare il lavoro svolto negli ultimi dodici mesi ma anche per celebrare i poliziotti che si sono distinti sul lavoro. Quest'anno purtroppo, a causa dell'epidemia da Covid-19, non è possibile ma il Questore di Como Giuseppe De Angelis ha portato comunque una corona d'alloro in onore dei caduti.

Il messaggio del Questore Giuseppe De Angelis

Oggi ricorre il 168° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, da sempre momento di sintesi della nostra variegata e poliedrica attività, che abbraccia settori di intervento molto diversi tra loro ma tutti ispirati da quell’Esserci Sempre che per noi è sostanza prima che slogan.

Quest’anno ho deposto, nelle prime ore della mattina, una corona d’alloro in onore dei Caduti della Polizia di Stato presso l’atrio della Questura alla presenza del Sig. Prefetto. Sarà una cerimonia semplice, in qualche modo persino intima nella sua sobrietà, a ricordare chi ha sacrificato la vita per il bene comune, esempio di spirito di servizio per generazioni di poliziotti.

Allora chiedo di dare voce voi per me e trasmettere il mio ringraziamento più sentito alle Autorità, alla Magistratura, ai colleghi delle altre Forze di Polizia, delle Forze Armate, delle Polizie Locali, e alle Organizzazioni Sindacali, a tutti per la loro preziosa e insostituibile opera e collaborazione.

Vi prego di trasmettere il mio saluto più caloroso ai rappresentanti della comunità, a tutti i comaschi per la loro vicinanza e i gesti di affettuosa solidarietà che danno un po’ di luce e senso a “questo tempo sospeso”.

Celebrando la nostra Festa, domani mi mancherà la possibilità di avere vicino tante colleghe, colleghi e i nostri impiegati civili, con i loro familiari e i loro figli, tutti riuniti a raccontare del nostro impegno e dei nostri successi.

Mi mancherà il potermi congratulare personalmente con le poliziotte e i poliziotti premiati, perché distintisi per la loro professionalità e disponibilità, e far loro sentire la vicinanza di una così vasta platea.

Tutto ciò non sarà possibile. In un momento così difficile e complicato in cui siamo chiamati a combattere un nemico diverso, subdolo e invisibile, ammiro e mi compiaccio per come le donne e gli uomini della Polizia di Stato si stanno spendendo e lavorando.

Un lavoro delicato che, seppur svolto nella massima sicurezza personale, ci espone a rischi quotidiani, ma al quale non ci sottraiamo anzi, se possibile, lavoriamo con maggior energia ed entusiasmo, sapendo che è per il bene della collettività.

Per tutti “i miei collaboratori” provo un’ammirazione sincera e priva di retorica, mi auguro che, tramite voi, giungano a loro, cosi come anche a tutti i comaschi, i ringraziamenti e gli auguri più sentiti del “loro Questore”.

Il lavoro dell'ultimo anno

E' stato registrato un calo nel numero complessivo dei reati commessi, ulteriormente accentuato all’attuale situazione di emergenza sanitaria determinata dal virus Covid-19. Infatti, raffrontando i periodi aprile 2018/aprile 2019 e aprile 2019/aprile 2020 i reati sono passati da 17.362 a 14.951 con un decremento netto di 2.451 casi.

Alcuni dei dati analizzati. Si riscontra un calo in uno dei reati ancora più presenti sul territorio: il furto in abitazione. Nel periodo 2018/19 erano stati sul territorio comasco 2465, nel 2019/2020 calano a 2003. I furti in generale calano da 8089 a 6450. Scendono i furti in esercizi commerciali da 789 a 555 e su auto in sosta, da 948 a 756. Unico dato in aumento i furti di mezzi pensati, da 1 a 8.

Le rapine passano da 176 a 142 mentre i reati di ricettazione da 97 a 73. Le estorsioni da 91 a 46. Diminuiscono anche le truffe informatiche passate da 1306 a 1058 e i danneggiamenti passati da 2377 a 2190. Diminuiscono anche le denunce, le chiamate al 112 e servizi di ordine pubblico predisposti.

L'attività della Polizia di Stato sul territorio è stata incessante: aumentano le persone identificate, da 46.808 a 54.732 (periodo di riferimento 1/4/18-1/4/19 - 1/4/19-1/4/20). Diminuiti i veicoli controllati, da 50.468 a 39.277 e le persone arrestate da 197 a 169. Estremamente aumentata invece la droga sequestrata, passata da 3.755,67 a 15.334. 

Foto di repertorio

Necrologie