Menu
Cerca

Pusiano, insulti razzisti contro la Canottieri Napoli

Il presidente della Federazione lombarda: "Il razzismo è un'altra cosa"

Pusiano, insulti razzisti contro la Canottieri Napoli
Cronaca 16 Luglio 2017 ore 11:48

Insulti razzisti contro la Canottieri Napoli alla gara nazionale di Pusiano.

Vandalismi contro la barca

L'episodio è avvenuto venerdì 14 luglio a Pusiano dove si sta svolgendo il "Festival dei Giovani", competizione nazionale alla quale stanno partecipando quasi 1400 giovani che praticano canottaggio provenienti da tutta Italia. E' stato un brusco risveglio per i dirigenti della Canottieri Napoli che hanno ritrovato il gazebo danneggiato, le barche capovolte e danneggiate probabilmente da un cacciavite. Non ultima la scritta "Merde" fatta con un pennarello proprio sotto la scritta Napoli.

Società indignata

I dirigenti della Canottieri Napoli, che hanno accompagnato alla gara un gruppo di circa 35 giovani di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, hanno inizialmente  espresso disgusto per il grave insulto ricevuto e per gli episodi di vandalismo contro la barca.

Il presidente della Federazione: "Il razzismo è un'altra cosa"

Sul caso è intervenuto anche Fabrizio Quaglino, presidente della sezione lombardia della Federazione Canottaggio e del Comitato organizzatore del "Festival dei Giovani": "Il razzismo è un'altra cosa, quella scritta è chiaramente un insulto che poteva essere rivolto a chiunque. Purtroppo esistono i maleducati".

I danni

Non è escluso che a provocare i danni sia stato il violento temporale che si è scatenato su Pusiano nella notte tra giovedì e venerdì: c'è stata anche una tromba d'aria che potrebbe aver capovolto l'imbarcazione napoletana.

Necrologie