Cronaca
l'attesa

Ritorno in classe? Ecco quali sono i due scenari possibili per la scuola VIDEO

La data chiave è il 18 maggio.

Ritorno in classe? Ecco quali sono i due scenari possibili per la scuola VIDEO
Cronaca Como città, 06 Aprile 2020 ore 09:01

Gli studenti lecchesi, dalle elementari alle superiori, sono impegnati quotidianamente con le video lezioni a distanza. Ma la viglia di tornare sui banchi, tra i compagni, è tanta, per i ragazzi. Tutti si chiedono se e quando sarà possibile il ritorno a scuola. E a rispondere è stata il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina ieri sera, domenica 5 aprile 2020, in diretta con Fabio Fazio a “Che tempo che fa”.

Ritorno a scuola? La data chiave è il 18 maggio

Non è certo il ministro che stabilisce quando il virus termina – ha spiegato l’esponente del Movimento Cinque Stelle – Io devo garantire la sicurezza degli studenti e di tutto il personale scolastico: finché non ci sarà questa sicurezza, le scuole rimarranno chiuse”.

I due scenari possibili

Secondo Azzolina, per il momento restano validi due scenari: o si rientra in classe entro il 18 maggio, oppure l’anno scolastico può considerarsi concluso.

Sì, ma quando il Governo deciderà se l’uno o l’altro scenario? S’è dato un termine?

“No, dipende tutto dai dati e dall’evoluzione della epidemia”, ha concluso Azzolina.

E il dopo? Difficile ancora fare previsioni, ma il Governo sta lavorando, ha assicurato Azzolina, soprattutto per risolvere il problema delle cosiddette “classi pollaio” e del mantenimento del metro di distanza in classe

E l’esame di maturità?

La prima ipotesi, se si riprende entro il 18 maggio, è quella di organizzare una commissione completamente interna, fatta eccezione per il presidente estero. Questa ipotesi prevederebbe una prova di italiano uguale per tutti stabilita dal Ministero, più una seconda prova preparata invece dalla commissione interna a seconda della tipologia di scuola. La seconda ipotesi prevederebbe invece un’unica prova orale. In ogni caso, tutti saranno ammessi all’esame”.

EMERGENZA CORONAVIRUS: FIERI DI COME STA REAGENDO LA SCUOLA ITALIANA

Vogliamo sostenere il grande lavoro che stanno portando avanti i docenti insieme ai loro studenti. La scuola sta reagendo con grande forza all'emergenza e il Paese può esserne fiero.

Pubblicato da Lucia Azzolina su Domenica 5 aprile 2020

Necrologie