Fino Mornasco

Rottura insanabile in Comune: Vanzin se ne va…

Il consigliere di maggioranza di Progetto per Fino ha rassegnato le dimissioni.

Rottura insanabile in Comune: Vanzin se ne va…
Cronaca Canturino, 31 Dicembre 2020 ore 12:16
Il consigliere di maggioranza di Progetto per Fino ha rassegnato le dimissioni dopo un diverbio sulla scarsa qualità dei servizi comunali.

Rottura insanabile in Comune: Vanzin se ne va…

Non nasce recentemente la rottura insanabile tra il consigliere Luca Vanzin e l’Amministrazione comunale. Il disservizio di pulizia delle strade dopo la forte nevicata di lunedì è solamente la goccia che ha fatto traboccare il vaso, l’evento che ha messo sotto gli occhi di tutti la diversità di opinioni tra il consigliere e il sindaco Roberto Fornasiero.
“Quelle che stanno dietro al mio ritiro alla vita politica sono dinamiche abbastanza dure, che vanno avanti da mesi, sulle modalità di erogazione dei servizi”, così Vanzin ha esordito nello spiegare cosa è andato storto. “Chiedo scusa a chi mi ha dato il voto, ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto e garantisco che fino all’ultimo giorno ho combattuto per i cittadini e per far sentire la loro voce, sbattendo ahimè più volte contro un muro. Fin dall’inizio mi sono posto come anello di congiunzione tra finesi e Amministrazione: il consigliere lo faccio per i cittadini, non per il sindaco o gli assessori”.
Un impegno che ha portato il consigliere a fare da megafono, da antenna radio, per amplificare e portare all’orecchio del Comune le richieste e le lamentele dei finesi. L’ultima segnalazione è stata quella del disagio causato dalla mancato servizio di pulizia delle strade in diverse zone del paese, in particolare la piazza stazione, sulla quale Vanzin avrebbe voluto un rapido intervento dell’azienda per migliorare le condizioni di una strada, a fondo cieco solamente a causa dei lavori per il sottopasso, attraversata spesso dai pendolari.
“Non mi sono basato solamente sulle segnalazioni sui social, ma ho anche fatto il giro del paese di persona e anche l’ufficio tecnico mi ha confermato le condizioni pessime di alcune zone. Io le reputavo disastrose, ma l’assessore Simone Passiatore ha dichiarato che secondo lui non c’erano criticità. Allora mi sono chiesto, perché fare certe figure? Perché non chiedere scusa e cercare di rimediare? Bisogna dare importanza a tutti. Bisogna essere chiari e trasparenti. Bastava chiedere scusa. Così ho deciso di rassegnare le dimissioni e l’ho comunicato al sindaco, il quale mi ha lasciato libero di prendere le mie scelte. Il giorno dopo però mi ha comunicato che la fiducia nei miei confronti veniva a mancare e il rapporto difficilmente sarebbe potuto andare avanti, quindi si aspettava le mie dimissioni, cosa che ho fatto il giorno stesso”.
Vanzin non è più un consigliere comunale, infatti ha anche rifiutato di rimanere all’interno della sala Ottagono nelle fila del gruppo misto come minoranza perché, secondo lui, non ancora pronto a sostenere un tale ruolo. Ora, seguendo la classifica delle votazioni del marzo 2019, a succedere a Vanzin sarà Laura Settimi.
“Lascio questo ruolo con la consapevolezza che chi mi sostituisce è una persona in gamba. Dalla Settimi a Katia Arrighi e a Simone Pisaniello sono tutti competenti”.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità