Cronaca
la vicenda consumatasi in via giovio

Schiaffeggia l'affittuario per estorcergli denaro: arrestato comasco 47enne

Il comasco era già noto alle forze dell'ordine ed è stato portato al Bassone: prognosi di 10 giorni per la vittima

Schiaffeggia l'affittuario per estorcergli denaro: arrestato comasco 47enne
Cronaca Como città, 21 Dicembre 2022 ore 11:59

Estorsione e rapina nei confronti del proprio affittuario: la Polizia di Stato di Como arresta affittacamere.

Schiaffeggia l'affittuario per estorcergli denaro: arrestato comasco 47enne

Martedì, 20 dicembre 2022, gli agenti della Squadra Volante di Como sono intervenuti in un appartamento di via Giovio a Como adibito ad attività di affittacamere, in seguito a una richiesta giunta al 112 da parte di un 27enne che aveva da qualche mese preso in affitto un posto letto.

Gli agenti intervenuti, ascoltato l’uomo e alcuni testimoni presenti nell’appartamento, hanno subito ricostruito la vicenda. Il cliente ha riferito che il proprietario dell’appartamento, un comasco di 47 anni pregiudicato e residente all’indirizzo di via Giovio dove si sono svolti i fatti, da mesi gli chiedeva denaro in prestito per delle difficoltà economiche che stava attraversando.

Nella prima serata di ieri però l’affittacamere ha affrontato nuovamente il cliente e all’ennesima richiesta di soldi, seguita da un netto rifiuto, gli ha sottratto con la forza il telefono cellulare colpendolo con degli schiaffi sul viso. Il proprietario dell’immobile, tramite l’applicazione della banca presente sul telefono della vittima, ha effettuato un bonifico di 2.200 euro a favore di una terza persona, risultata estranea ai fatti, per poi disfarsi del cellulare. Gli agenti intervenuti hanno successivamente recuperato il dispositivo sotto un’auto parcheggiata in strada.

Gli agenti delle volanti hanno portato in Questura tutte le persone coinvolte e, dopo aver ricostruito con esattezza la vicenda, sentito il P.M. di turno, hanno arrestato l’affittacamere per i reati di rapina e estorsione e l’hanno portato alla casa circondariale di Como. La vittima è stata invece accompagnata al Pronto soccorso dell’ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia dove è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni.

Seguici sui nostri canali
Necrologie