Morti in corsia

Sentenza Taroni confermati i 30 anni per l’ex infermiera: furono omicidi volontari

Rigettate le richieste della difesa: la donna dovrà scontare 30 anni di reclusione.

Sentenza Taroni confermati i 30 anni per l’ex infermiera: furono omicidi volontari
Cronaca Bassa Comasca, 12 Febbraio 2021 ore 17:57

La Corte d’Appello di Milano ha confermato la sentenza di Primo Grado all’ex infermiera residente a Lomazzo, Laura Taroni: 30 anni di carcere per le morti della madre e del marito.

Sentenza Taroni confermata in Appello

Accolta la richiesta dell’accusa: la Corte d’Appello di Milano ha stabilito che non vi fossero elementi tali da assolvere o comunque rivalutare la condanna a 30 anni di carcere emessa dal giudice del Tribunale di Busto a Laura Taroni, l’infermiera killer accusata di aver ucciso volontariamente tramite un mix di farmaci il marito Massimo Guerra e la madre Maria Rita Clerici, con la complicità dell’ex primario del Pronto Soccorso di Saronno ed ex compagno Leonardo Cazzaniga. Medico che, a sua volta, è stato condannato all’ergastolo per 12 morti tra i suoi pazienti dell’ospedale di Saronno.

La Corte, confermando la sentenza, ha quindi confermato anche la decisione del “primo” processo d’Appello che era stato invalidato dalla Corte di Cassazione.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli