Cronaca
zona gialla

Stretta sugli assembramenti del weekend. Il Prefetto: "Servono senso di responsabilità e sforzi comuni"

Serve evitare la calca delle scorse domeniche: in arrivo controlli serrati.

Stretta sugli assembramenti del weekend. Il Prefetto: "Servono senso di responsabilità e sforzi comuni"
Cronaca Como città, 26 Febbraio 2021 ore 10:16

Riunione tecnica di coordinamento ieri, 25 febbraio 2021, in Prefettura a Como, interamente dedicata all’esame dei dati epidemiologici sul territorio al fine di garantire un rafforzamento dei controlli relativi al rispetto della normativa anti-contagio e adottare efficaci misure preventive di eventuali fenomeni di assembramento, in previsione del prossimo fine settimana. L'obiettivo del Prefetto Andrea Polichetti è di evitare situazioni di pericolo per via degli assembramenti come negli scorsi weekend di zona gialla.

Stretta sugli assembramenti del weekend: controlli più serrati

"L’incontro - al quale hanno preso parte il sindaco di Como Mario Landriscina, l’Assessore alla Sicurezza Elena Negretti, il Comandante della Polizia Locale Vincenzo Aiello e i vertici delle Forze dell’Ordine - è stato utile per fare un punto di situazione e per definire un quadro comune di azione, alla luce del trend negativo che interessa da alcune settimane il territorio lombardo, ivi compresa la provincia di Como,
approfondendo gli sviluppi di alcune dinamiche in corso di accertamento che saranno puntualmente monitorate" spiegano dalla Prefettura di Como.

Facendo seguito alle richieste già avanzate dal Prefetto, il Tavolo ha condiviso mirate iniziative volte a mitigare i rischi di assembramento, intervenendo con fermezza soprattutto presso luoghi pubblici o aperti al pubblico dove si registra una maggiore concentrazione di persone, allo scopo di assicurare un più rigoroso rispetto delle misure anticovid, anche con l’ausilio delle Forze dell’Ordine.

Dal punto di vista operativo, è stato deciso di adottare misure ad hoc che riguarderanno non solo il centro di Como e le vie dello shopping, ma anche la zona del lungolago, che sarà probabile meta dei cittadini in virtù delle favorevoli previsioni meteorologiche. Parallelamente è stato stabilito di accompagnare l’attività preventiva con un’intensificazione dei controlli di polizia, che riguarderanno soprattutto quei luoghi ove è maggiore il rischio di assembramento o nei quali maggiormente si riscontrano comportamenti non in linea con le prescrizioni.

"In tale ottica, saranno attenzionate dalle Forze dell’Ordine tutte quelle aree interessate da concentrazioni di persone dovute alla “movida”, unitamente alle stazioni ferroviarie, alle fermate del trasporto pubblico locale e alle zone di interscambio dei mezzi pubblici - aggiungono da via Volta - I controlli saranno rivolti anche alla verifica del rispetto delle misure di contenimento del COVID-19, relativamente ai comportamenti tenuti dai frequentatori dei diversi luoghi di aggregazione presenti sul territorio (ristoranti, bar e attività commerciali), in quanto possibile causa di incontrollati assembramenti".

Il Prefetto rivolge un ulteriore appello ai cittadini, specificamente ai più giovani, "ad attenersi al rispetto delle norme di distanziamento sociale, nella consapevolezza che il sacrificio che si sta affrontando richiede senso di responsabilità e sforzi comuni: in particolare, rammenta che è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e, comunque, in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza, rimarcando che l’ingresso e la permanenza all’interno dei locali pubblici, sono consentiti solo per il tempo strettamente necessario e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio".

Necrologie