Cronaca
Olgiate Comasco

Tangenziale, per l'appalto si dovrà attendere il 2024

Il sindaco ha ufficializzato la nuova tabella di marcia dell'opera strategica per sgravare il centro dal traffico viabilistico.

Tangenziale, per l'appalto si dovrà attendere il 2024
Cronaca Olgiate, 13 Dicembre 2022 ore 18:14

Tangenziale, l'anno prossimo la progettazione e nel 2024 i lavori: tabella di marcia comunicata a sorpresa dal sindaco di Olgiate Comasco in Consiglio comunale.

Tangenziale, sorpresa nel Consiglio comunale natalizio

Il tema è stato riproposto, non senza sorpresa, all'ultimo punto del Consiglio tenuto nella serata di lunedì 12 dicembre. Dietro la definizione "comunicazione del sindaco", è spuntato l'aggiornamento sull'iter della variante alla statale 342 Briantea, ovvero una questione annosa, tuttora in cerca di una soluzione. Per il primo cittadino, quindi, è stata l'occasione di snocciolare novità: "Avremo modo nel mese di gennaio di fare un punto specifico con discussione. L'argomento è importante e ci tenevo a portarlo nel Consiglio comunale prima di Natale. E' ormai un anno che siamo stati eletti e abbiamo iniziato subito a lavorare sul tema della variante, anche con la toccata e fuga in Regione con l'assessore Flavio Boninsegna e il consigliere (di minoranza, Ndr) Igor Castelli per riprendere tutti i discorsi. Da lì le cose sono andate avanti. Incrociamo le dita: vanno avanti... Questa volta sembra che non ci siano ostacoli".

La tabella di marcia

Moretti, di fronte all'Assemblea cittadina, è entrato nei dettagli. "Il 30 novembre 2021 è stato approvato il terzo atto integrativo della convenzione sottoscritta nel 2005 da Regione, Anas e Provincia. La Provincia ha inserito nel triennale 2022- 2024 dei lavori pubblici l'opera della variante per un costo di circa 9 milioni e 156mila euro, che sono totalmente a carico dell'Amministrazione provinciale. Il presidente provinciale ha approvato il 4 marzo 2022 il documento di fattibilità. Il 15 marzo 2022 è stato approvato il progetto di fattibilità economica. In questi giorni è arrivato da vedere, poi lo porteremo in firma a gennaio, un accordo di programma - che è l'ultima parte formale tra la Provincia, il Comune di Olgiate Comasco e il Comune di Beregazzo con Figliaro - che definisce i tempi. E' una cosa importante da condividere in questo Consiglio: il 24 ottobre il progetto è stato sottoposto a verifica di assoggettabilità a Vas (Valutazione ambientale strategica), che è stata esclusa. La progettazione deve essere sottoposta ad assoggettabilità alla Via (Valutazione impatto ambientale). Il progetto definitivo con appalto integrato entro il 30 settembre 2023, gara tra ottobre e novembre. Progetto esecutivo e impresa aggiudicataria dell'appalto entro marzo 2024".

L'auspicio del primo cittadino

Dunque, tirando le somme, tutto il prossimo anno e anche qualche mese del 2024 serviranno per completare l'iter, prima di dare il la al cantiere. Seppure i tempi non siano così stretti come si era ipotizzato lo scorso anno, con l'integrazione della convenzione, il sindaco è fiducioso. "Queste sono le tempistiche. Dal 2005 a oggi, forse per la prima volta abbiamo delle date su cui possiamo ragionare. Incrociamo le dita. Abbiamo lavorato tanto per staccare l'area del forno dal tracciato della tangenziale". Come si ricorderà, proprio la scelta di bonificare il terreno dell'ex inceneritore causò l'impasse che vide schierati contro la maggioranza al governo di Olgiate non solo le minoranze consiliari ma anche le Amministrazioni comunali di Lurate Caccivio, Villa Guardia, Appiano Gentile e Fino Mornasco, soci del consorzio del forno, fino al punto che Olgiate fu costretta a fare retromarcia, rinunciando al milionario e contestato intervento di bonifica.

Seguici sui nostri canali
Necrologie