Menu
Cerca
il commento

Traffico illecito di rifiuti fermato alla dogana. Braga (Pd): “Fenomeno allarmante, già nel 2018 era in crescita”

La deputata: "Occorre tenere alta la guardia, anche nel nostro territorio di frontiera". 

Traffico illecito di rifiuti fermato alla dogana. Braga (Pd): “Fenomeno allarmante, già nel 2018 era in crescita”
Cronaca Como città, 01 Marzo 2021 ore 12:11

Traffico illecito di rifiuti fermato alla dogana di Como grazie al lavoro degli agenti doganali e delle Fiamme Gialle. Braga (Pd): “Fenomeno allarmante, già nel 2018 era in crescita”.

Traffico illecito di rifiuti fermato alla dogana

“L’incongruenza tra l’itinerario di viaggio seguito dal trasportatore, l’origine Ue della merce dichiarata, l’indicazione falsa di una società svizzera come ‘generatore di rifiuto’, la differenza tra la merce dichiarata e quella effettivamente trasportata rilevate dagli agenti insieme alla stessa ammissione del trasportatore hanno permesso di portare alla luce e bloccare l’ennesimo tentativo di traffico illecito transfrontaliero di rifiuti” commenta la deputata del Partito Democratico e componente della Commissione Ecomafie, Chiara Braga, commentando la notizia del sequestro a Ponte Chiasso, da parte degli agenti dell’Agenzia delle Dogane e dei militari della Guardia di Finanza di un autocarro con un carico di più di 20 tonnellate di metalli ferrosi per violazione della normativa sul trasporto dei rifiuti.

“Un fenomeno allarmante, quello della movimentazione transfrontaliera di rifiuti, che nel 2018 fu oggetto di un accurato approfondimento da parte della Commissione Ecomafie, da me allora presieduta – prosegue la deputata Dem comasca – Gli elementi raccolti in tale ambito evidenziarono le dimensioni ‘rilevanti e in crescita’ di questa tipologia di illecito ambientale, considerato come uno degli strumenti di elusione dei controlli sul ciclo dei rifiuti, un vero e proprio ‘dumping ambientale’ a opera di soggetti italiani o stranieri che agiscono spesso, come avvenuto in questo caso, con la correità di intermediari. Un fenomeno insidioso su cui occorre tenere alta la guardia, anche nel nostro territorio di frontiera”.

“Un ringraziamento particolare voglio rivolgerlo – conclude la deputata Dem – agli uomini e alle donne dell’Agenzia delle Dogane, della Guardia di Finanza e di tutte le forze di polizia che svolgono da sempre sul nostro territorio un’attenta attività di controllo a tutela dell’ambiente, della sicurezza e della salute pubblica delle nostre comunità”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli