Olgiate Comasco

Truffa dell'acqua inquinata a segno a Baragiola

Un complice in strada, con una moto, attendeva il delinquente per fuggire col bottino.

Truffa dell'acqua inquinata a segno a Baragiola
Cronaca Olgiate, 06 Luglio 2021 ore 10:51

Truffa dell'acqua inquinata a segno a Olgiate Comasco, nella frazione di Baragiola.

Truffa dell'acqua inquinata, massima allerta

Nuovo episodio, dopo quelli segnalati nei giorni scorsi dal Controllo del vicinato, con particolare riferimento ai falsi agenti di Polizia locale che hanno colpito in via San Giorgio. E' accaduto nel pomeriggio di ieri, lunedì 5 luglio, tra le 15 e le 15.30, in un cortile nella frazione di Baragiola. Con la scusa dell'acqua inquinata, uno sconosciuto si è introdotto nell'appartamento di una donna di 88 anni. L'anziana ha aperto la porta perché attendeva l'arrivo di un corriere. Il tempo di mettere in atto lo stratagemma, facendo vedere l'acqua del rubinetto colorata di giallo, e il truffatore ha convinto l'anziana a depositare nel frigorifero preziosi e denaro, con la scusa che altrimenti si sarebbero deteriorati. Poi ha arraffato il bottino ed è scappato.

Fuga in due con una moto

Avvertita la voce di un uomo provenire dall'appartamento, al piano rialzato, il figlio della 88enne è salito per vedere cosa stesse succedendo e ha incrociato il truffatore in fuga. Il delinquente è sceso di corsa: in strada c'era un complice ad attenderlo con una motocicletta. Poi la fuga verso il centro di Olgiate Comasco.

Necrologie