Alto Lago

Truffe, la “predica” in chiesa la fanno i Carabinieri

Sono stati organizzati grazie alla disponibilità delle parrocchie di Porlezza, Dongo e della frazione di Pellio Intelvi

Truffe, la “predica” in chiesa la fanno i Carabinieri
Lago, 15 Novembre 2020 ore 15:00

Predica contro le truffe in chiesa grazie ai Carabinieri della Compagnia di Como.

Le regole contro le truffe

Continuano gli incontri dei Carabinieri del Comando Provinciale di Como con la cittadinanza, volti a fornire preziosi consigli per contrastare gli odiosi fenomeni di criminalità predatoria verso le fasce più deboli della popolazione, ora nel rigoroso rispetto delle prescrizioni e delle raccomandazioni per contenere la diffusione del coronavirus.  Nel presente finesettimana, sono stati organizzati, grazie alla disponibilità delle parrocchie di Porlezza, Dongo e della frazione di Pellio Intelvi nel comune di Alta Valle Intelvi, al termine delle funzioni religiose, altrettanti incontri con i fedeli presenti, volti a fornire utili informazioni e strumenti di contrasto sull’odioso fenomeno delle truffe agli anziani. Gli eventi, introdotti dalle gradite parole di ringraziamento dei parroci per l’operato diuturno svolto dall’Arma dei Carabinieri, sono stati favorevolmente accolti dalle platee presenti ed hanno suscitato molto interesse da parte dei partecipanti. In particolare, il Mar. Ca. Luca Donadio, presso la chiesa di San Vittore, il Mar. Ord. Generoso Schiavone, presso la Chiesa Madonna delle Lacrime e il Mar. Magg. Luigi Vasta, presso la Chiesa di San Michele, hanno inizialmente fornito i consigli pratici che, nel corso degli ultimi anni, l’Arma dei Carabinieri sta diffondendo attraverso incontri pubblici, conferenze e pubblicazioni di opuscoli sul tema, distribuiti dai quotidiani a carattere locale, fornendo poi un utile orientamento con una casistica delle più frequenti ed astute tecniche truffaldine messe in opera dai più scaltri malviventi.
L’incontro è poi terminato con la consapevolezza da parte dei conferenzieri che sono state ben recepite le fondamentali regole di non aprire la porta a persone sconosciute e di non esitare. a chiamare il 112.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia