Menu
Cerca

Turismo Lariano in mostra al Sant’Anna

Domani apertura dell'esposizione con opere di 28 artisti.

Turismo Lariano in mostra al Sant’Anna
Olgiate, 29 Gennaio 2018 ore 17:44

Turismo Lariano, opere pittoriche in rassegna al Sant’Anna

Turismo Lariano, domani l’apertura nella hall del nosocomio

I luoghi più suggestivi e rappresentativi del lago di Como immortalati da 28 artisti. Si potranno ammirare da martedì 30 gennaio al 28 febbraio all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. Sicuramente un evento da apprezzare grazie alla terza edizione della mostra “Nutrire la vita”. E’ organizzata dal Circolo Cultura e Arte, presieduto dall’architetto Enrico Thanhoffer, quest’anno dedicata al tema del turismo lariano.

Le opere

Le opere, esposte nella hall del presidio con un allestimento curato dall’architetto Salvatore Interlicchia, hanno un formato 70×100. Sono state realizzate con tecniche che vanno dall’olio su tela alle elaborazioni fotografiche con acquerello. Si consolida così la collaborazione tra associazione e ospedale per offrire a pazienti, visitatori e operatori un’occasione di svago e distrazione grazie alle bellezze del lago. Un segno di vicinanza e attenzione a chi frequenta il luogo di cura.

Gli artisti

Ecco gli artisti che hanno realizzato le opere: Valerio Castagna, Elena Ferrini, Adriano Rovi, Luisella Abbondi, Caterina Plodari, Roberto Parisi, Loredana Bedeschi. E poi Marcella Rupcich, Filippo Gugliotta, Ana Mattanó, Giorgio Gaffuri, Monica Gagnone, Sara Valli, Germana Bedont, Antonio Frigerio. L’elenco prosegue: Doriam Battaglia, Rita Lanzini, Clemente Tajana, Leda Michelini, Mariateresa Civelli, Gianni Betta, Gabriella Tettamanti. E ancora: Enrico Thanhoffer, Serafino Albonico, Michela De Toma, Carla Reghenaz, Maria Grazia Laurin, Luigi Bertacchi. Tutti i partecipanti per esporre le loro opere hanno versato un contributo a favore di Telethon. Per approfondire la tematica della mostra e i linguaggi pittorici utilizzati è in programma venerdì 16 febbraio, alle 17, un incontro aperto al pubblico con gli artisti e un critico d’arte. L’ingresso è libero.

Necrologie