Cronaca
Olgiate Comasco

Ucraina, una serata di testimonianze raccolte tra i profughi a Leopoli

Martedì, alle 21, nell'auditorium, incontro con i cronisti del Giornale di Olgiate Nicola Gini e Massimo Montorfano e con i volontari Emanuele Borgonovo e Giambattista Mosa.

Ucraina, una serata di testimonianze raccolte tra i profughi a Leopoli
Cronaca Olgiate, 23 Maggio 2022 ore 09:55

Ucraina, una serata di testimonianze raccolte tra i profughi a Leopoli: incontro in programma per martedì 24 maggio, alle 21, al centro civico Medioevo a Olgiate Comasco.

Ucraina: incontro pubblico, video e testimonianze

L'appuntamento è aperto a tutti, con la finalità di dare voce a chi non ha voce: ai profughi in fuga da città e villaggi colpiti dall'invasione russa. L'incontro ha origine dal reportage pubblicato nelle scorse settimane sul Giornale di Olgiate, in cui i cronisti Nicola Gini e Massimo Montorfano, insieme al volontario Emanuele Borgonovo, hanno consegnato al seminario greco cattolico di Leopoli un carico di aiuti umanitari, raccolti dalla comunità di Villa Guardia, parrocchie di Maccio e di Civello, e dalla parrocchia di Rebbio. E' stata l'occasione per vedere da vicino cosa significa la guerra per chi la sta subendo sulla propria terra e per raccogliere testimonianze, in particolare alla stazione di Leopoli, crocevia di un'umanità sofferente, costretta a fuggire e a lasciare tutto. Sarà presente anche Giambattista Mosa, coordinatore delle missioni umanitarie che vedono in sinergia le comunità di Villa Guardia e di Rebbio.

Appuntamento alle 21 nell'auditorium del Medioevo

Alla base dell'incontro c'è la volontà di trasmettere emozioni, vissuto, speranze affidate dai profughi a chi li ha incontrati all'inizio del mese di maggio. Un viaggio di forti esperienze e di sincera condivisone, grazie anche all'accoglienza del seminario greco cattolico e in particolare del suo rettore, padre Ihor Boyko, con cui i contatti sono costanti. Sabato 21 maggio, infatti, altri sei volontari hanno raggiunto Leopoli, con due furgoni carichi di aiuti umanitari. Il senso della serata di martedì sera al Medioevo, con inizio alle 21, è anche quello di ribadire l'importanza di alimentare la raccolta a sostegno della popolazione ucraina, tramite il coordinamento delle parrocchie di Macio e di Rebbio. L'ingresso all'incontro è libero.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie