Un palloncino da favola STORIE SOTTO L’ALBERO

Il Giornale di Erba regala ai lettori di Giornaledicomo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2018 sulle pagine del nostro settimanale.

Un palloncino da favola STORIE SOTTO L’ALBERO
Erba, 27 Dicembre 2018 ore 14:02

(Erba) Il palloncino di Cesare Molteni è arrivato fino a Villanova Monferrato, in Piemonte, e ha fatto felice la piccola Martina, di 3 anni. A raccontare questa bella storia è Alice Baruffini, mamma di Cesare, 4 anni il prossimo aprile, e Vittorio, 8 mesi.

Un palloncino da favola

Cesare frequenta l’asilo “Gianetti”, ma purtroppo il giorno in cui tutti i suoi compagni hanno lanciato verso il cielo il palloncino con la letterina per Babbo Natale lui era ammalato, e così, stesso palloncino e stessa lettera, lo ha lanciato qualche giorno dopo dal giardino di casa sua. Poi la famiglia erbese ha ricevuto la bella sorpresa. “Ci è arrivata una lettera scritta da un nonno, che aveva trovato il palloncino di Cesare a Villanova Monferrato – ha raccontato Alice Baruffini – Nella busta, insieme alla lettera di questo nonno, c’era un ritaglio di giornale locale che raccontava il ritrovamento e il fatto che il palloncino fosse stato regalato da questo nonno alla sua nipotina di 3 anni. Che emozione!”.

“Carissimo Cesare e Vittorio – recita la lettera ricevuta – Chi ti scrive non è Babbo Natale ma bensì nonno Natale. Penso che passando dal cielo sarà stata letta dai vari addetti alla posta di Babbo Natale. Spero che sarete esauditi dei vostri desideri e uno in particolare, a me che avendo il problema del ciuccio, ne esaudisca almeno uno anche per il nonno di Martina. Buon Natale e felice anno nuovo. Magari un giorno ci troveremo. Allora sì che sarà un grandioso Natale”.

Una bella sorpresa

La storia del ciuccio richiama un passaggio della letterina di Cesare, perché aiutato dalla mamma, il piccolo aveva chiesto nella letterina la bicicletta di Spider man, il camion e la base dei Paw Patrol e i Lego dei pompieri promettendo in cambio nel nuovo anno di fare il bravo e di non usare più i ciucci. Nella letterina si ricordava però anche del fratellino Vittorio, chiedendo un giochino anche per lui, ma anche per mamma, papà e nonni, chiedendo una bici e un cellulare nuovo. “Che bella sorpresa per noi! – ha sottolineato mamma Alice – E’ stata davvero un’emozione”. Una bella storia da raccontare e ricordare quando Cesare e Vittorio saranno più grandi.

(Giornale di Erba sabato 13 gennaio 2018)

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia