Cronaca
Il dramma

Uomo trovato senza vita a Figino Serenza

Il corpo di Luca Maniezzo è stato trovato lunedì sera attorno alle 20 in una cabina abbandonata.

Uomo trovato senza vita a Figino Serenza
Cronaca Canturino, 10 Agosto 2021 ore 11:48

Uomo trovato senza vita a Figino Serenza.

Uomo trovato senza vita a Figino Serenza

Dramma nella serata di ieri, lunedì. Attorno alle 20 il corpo esanime di Luca Maniezzo, 52 anni, è stato ritrovata nell'area boschiva che sorge lungo la Serenza. A ucciderlo è stato un malore, che lo avrebbe colpito un paio di giorni fa.

Il ritrovamento

A raccontare quanto successo è stato il primo cittadino Roberto Moscatelli: "Attorno alle 20 di ieri, io e il comandante della Polizia locale siamo stati contattati dai Carabinieri della Compagnia di Cantù. Ci hanno segnalato il ritrovamento del corpo di un uomo in una vecchia cabina dell'Enel in via Como (nella foto, ndr), che poi si è rivelato essere quello di Luca Maniezzo. Sul posto sono arrivate anche ambulanza, Vigili del Fuoco e il medico necroscopo, che ne ha accertato la morte naturale presumibilmente avvenuta sabato". Attorno a mezzanotte il corpo dell'uomo è stato portato nella camera mortuaria del cimitero di Figino Serenza. Qui rimarrà fino al giorno del suo funerale, che è stato fissato per giovedì mattina.

Messa in sicurezza della cabina

Il sindaco Moscatelli ha quindi aggiunto: "Nella mattinata di oggi, in collaborazione con la Polizia locale, abbiamo provveduto a mettere in sicurezza il luogo del ritrovamento del corpo senza vita di Luca Maniezzo".

Il ricordo del paese

Luca Maniezzo ha vissuto senza fissa dimora, ma di fatto a Figino lo conoscevano tutti. Era molto ben voluto da molti ragazzi del paese. Tanto è vero che, attraverso facebook, molti di loro hanno promosso una raccolta fondi per aiutare la famiglia del 52enne prematuramente scomparso. "Io lo conoscevo bene come tutti i ragazzi di Figino - ha raccontato un giovane del paese - Luca era amico di tutti perché era un bravo ragazzo del paese cresciuto insieme a noi. Tengo a precisare che non era amico di tutti perché era senza fissa dimora. Lui era amico di tutti perché era un ragazzo del paese, buono, socievole, che non si è mai comportato male con nessuno".

 

Necrologie